NTS Rimini: Chiera presenta la sfida contro Torino

Si è conclusa con una vittoria della NTS l’amichevole per 61-48 disputata mercoledì sera al Flaminio contro Senigallia, formazione incontrata più volte nel corso delle stagioni passate, impegnata quest’anno nel girone D di serie B. Privi di Foiera, che rimarrà fermo ai box per qualche settimana, e di Perez, che però domenica sarà in ogni caso della partita, i biancorossi faticano in avvio: troppi gli errori degli uomini di Mladenov, mentre dall’altra parte i marchigiani sono più precisi e chiudono il primo quarto sul 12-18: nel secondo parziale la musica non cambia, le squadre in campo non riescono a produrre un bel basket, e ne è un’eloquente dimostrazione il punteggio finale, 11-11. Nella terza frazione, la NTS riesce finalmente ad esprimere la sua pallacanestro e chiude il quarto sul 21-6: durante gli ultimi 10’ l’intensità dei biancorossi cala leggermente, ma Senigallia non ne approfitta e così Rimini vince anche questo parziale 17-13, per il 61-48 finale.

L’amichevole di mercoledì sera è stata un buon test per noi – dichiara Adrian Chiera, guardia classe ’94 della NTS – abbiamo giocato con tanta intensità, anche se dobbiamo cercare di farlo per tutti i 40’: penso che comunque ci siano stati segnali positivi”.

E di segnali positivi ce n’è bisogno per i Crabs, chiamati a rialzare subito la testa dopo lo scivolone nel deby contro la Raggisolaris di domenica scorsa, che ha complicato le cose per quanto riguarda le ambizioni della NTS, con i granchi che adesso sono rimasti invischiati nelle paludi di metà classifica a quota otto punti.

Per quanto riguarda la partita contro Faenza, non siamo riusciti a giocare con continuità, abbiamo avuto momenti molto buoni e momenti no: dobbiamo quindi cercare di essere più regolari, giocando tutta la partita al 100% senza rilassamenti o cali di concentrazione. Penso di non aver fatto male nelle ultime partite – prosegue il nativo di Cordoba, che sfiora la doppia cifra di media, grazie ai 9.4 punti ad uscita, conditi da 2.8 rimbalzi e 1.8 assist – riguardando le ultime gare giocate, ho visto molte cose positive da parte mia, ma ancora ho molto da correggere e da migliorare, in particolare nell’ultimo match ho avuto delle difficoltà sui cambi difensivi che non dovrò più avere”.

Si volta quindi pagina, a partire dal prossimo impegno della NTS, domenica ancora in casa contro Torino, squadra da non sottovalutare nonostante i due punti in classifica.

Dovremo arrivare alla partita contro i piemontesi carichi e concentrati, per aggredire la gara a partire dalla palla a due: non dobbiamo assolutamente lasciarci distrarre dal fatto che hanno vinto solo una volta e non bisogna prendere sottogamba il match. Dovrà essere la partita per far vedere quanto siamo forti e dimostrare al pubblico le nostre capacità – conclude Chiera – dato che parlando con la squadra pensiamo di non aver ancora dimostrato appieno il nostro potenziale”.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author