NTS Rimini fa un solo boccone del malcapitato Cus Torino

NTS INFORMATICA RIMINI 85

CUS TORINO 58

RIMINI: Panzini 5 (1/3, 1/2), Chiera 14 (3/3, 1/2), Romano 17 (0/2, 5/6), Tassinari 10 (2/3, 2/3), Crotta 7 (2/5), Perez 6 (1/1, 1/8), Meluzzi 14 (2/4, 3/3), Balic 6 (3/3, 0/3), Popov 4 (2/7), Chavdarov 2 (1/2, 0/2). All.: Mladenov

TORINO: Dello Iacovo 20 (5/9, 2/8), Chiotti 13 (3/6, 1/2), Orsini 8 (2/7, 1/4), Panzieri 3 (0/5, 1/2), Crespi 4 (2/5), Bottiglieri (0/1 da tre), Di Matteo 2 (1/3), Fantolino 4 (2/3), Biotto (0/2 da tre), Murgia 4 (2/4). All.: Arioli

ARBITRI: Santilli di Recanati e Bertuccioli di Pesaro

PARZIALI: 25-18, 48-34, 69-52.

NOTE: tiri da due Rimini 17/33, Torino 17/42. Tiri da tre Rimini 13/29, Torino 5/19. Tiri liberi Rimini 12/15, Torino 9/16. Rimbalzi Rimini 43 (Crotta 9), Torino 31 (Chiotti 8). Assist Rimini 19 (tre con 4), Torino 10 (Panzieri 3).

RIMINI – L’imperativo era vincere, e così è stato: la NTS fa un sol boccone del Cus Torino e ottiene i due punti dopo una partita senza storia, chiusa sul 85-58. Una vittoria che fa morale e che muove la classifica, con i biancorossi che tornano nel gruppo di squadre appaiate a quota 10, per una quinta posizione in condominio con Piombino, San Miniato e Cento, ma che dà anche ai Crabs la fiducia per affrontare al meglio la trasferta di Oleggio e i due derby di fila, in casa contro Forlì e al PalaAngels di Santarcangelo.

La NTS è aggressiva già dalle prime battute, e con un 3/3 dall’arco si porta sul 12-5 del 4’, ma Torino ricuce e sorpassa grazie ad un ispirato Orsini con un break di 0-9: Rimini fatica a scrollarsi di dosso i ragazzini piemontesi, che si portano sul 18 pari a 1’ dalla prima sirena, ma quando i biancorossi alzano l’intensità difensiva, recuperano due palloni di fila e piazzano un 7-0 firmato Perez e Chiera in poco più di 10’’, chiudendo quindi il primo periodo avanti 25-18.

Due triple di un Romano decisamente in serata (chiuderà con un ottimo 5/6 dall’arco) scavano il primo solco degno di nota (31-21 al 13’), ma il Cus, dopo essere finito anche a -14, accorcia con il canestro e fallo di Chiotti sul 35-26, a cui risponde immediatamente la bomba di Romano. La NTS mantiene il vantaggio ma non affonda il colpo, anche se tiene gli ospiti sempre a distanza di sicurezza, e con la tripla di Meluzzi si va negli spogliatoi sul 48-34.

Nella ripresa la musica non cambia, Rimini ha in mano la gara, e con il canestro di Crotta il distacco inizia a farsi consistente (52-34 al 22’): con il risultato ormai in ghiaccio, la partita non ha praticamente più nulla da dire, e l’unica cosa che cambia è il massimo vantaggio registrato dai biancorossi, che con il gioco da tre punti di Chiera volano sul +20 (62-42). Mladenov ruota tutti gli uomini a sua disposizione, concedendo minuti anche a chi solitamente ne ha meno: la tripla di Chiera fa 75-52, poi il coach bulgaro schiera in campo il quintetto dell’under 20 biancorossa con Meluzzi, Balic, Perez, Chavdarov e Popov, chiamato a sostituire Foiera fermo ai box, per gli ultimi minuti di ‘garbage time’, che tengono il campo e aumentano il distacco fino al 85-58 finale.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author