NTS Rimini, parla Lorenzo Panzini

La sconfitta di Oleggio non è di certo la miglior maniera per avvicinarsi al derby contro Forlì di domenica (palla a due al Flaminio alle ore 18), per una partita che riaccende una storica rivalità tra due realtà abituate a palcoscenici più nobili e ritrovatesi per alterne vicende in serie B: l’ultima volta, il derby di Romagna è andato in scena nella stagione 2010/2011 in A2 con due vittorie riminesi, questa volta per i Crabs sarà più difficile ripetersi, ma mai dire mai.

La nostra prestazione contro la Mamy penso che sia stata nel complesso sufficiente – attacca Lorenzo Panzini, play della NTS – ma purtroppo non è stato abbastanza per portare a casa i due punti: come sempre siamo stati poco attenti in alcune situazioni, inoltre abbiamo alternato troppi alti e bassi. Abbiamo giocato contro una buona squadra, che lotterà come noi per salvarsi il prima possibile, per poi cercare di ottenere anche qualcosa in più, e la sconfitta è stata un vero peccato, perché abbiamo perso punti in classifica che ci avrebbero fatto molto comodo”.

Il prossimo turno di campionato vedrà i granchi impegnati contro i cugini della Unieuro Forlì, formazione che naviga nelle prime posizioni del campionato, al momento seconda con una sola sconfitta, ottenuta contro l’imbattuta capolista Cecina, e che si presenta in Riviera forte della passeggiata casalinga contro Trecate per 114-74.

Dovremo migliorare nella cura dei particolari – prosegue il playmaker nativo di Ancona – che fanno la differenza nelle partite punto a punto: domenica incontreremo quella che forse è la squadra più forte di questo girone. Forlì è stata costruita per vincere a mani basse questo campionato, finora dietro Cecina ci sono loro, che a parte contro i toscani non hanno mai rischiato di perdere. Sarà una partita difficilissima, la Unieuro può contare su giocatori di categoria superiore e molto esperti, starà quindi a noi mettere qualcosa in più per cercare di giocarcela fino alla fine e magari portarla a casa. Sappiamo che sarà una gara molto complicata, ma si parte zero a zero, la palla è rotonda e mai dire mai nella pallacanestro: fino a ieri non abbiamo ancora visto niente in particolare per il match di domenica, ma sicuramente da oggi inizieremo a pensare a delle contromisure per cercare di mettergli i bastoni tra le ruote. In ogni caso, dato che i loro giocatori sono molto conosciuti, sarà importantissimo vedere degli accorgimenti tattici per cercare di limitare i loro molti punti forti. È un derby molto sentito qua a Rimini, la squadra scenderà in campo per vincere, come del resto anche nelle altre partite, ma dovremo dare qualcosina di più: la gente si aspetta una grande prestazione da parte nostra”

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author