Nuova Fortitudo Viterbo - Basket Scauri 49-84

NUOVA FORTITUDO – BASKET SCAURI: 49–84

NUOVA FORTITUDO: Taraddei 11, Peroni 10, Tola 10, D’Alonzo 3, Stomeo 12,Tessitore 3, Guadagnini, Fois, Cavicchioli, Sciardelli. All: Tiziano Carradore. Assistente: Ezio Macchini

BASKET SCAURI: Richotti 16, Bertoldo 11, Violo 18, Granata 5, Bagnoli 18, Lombardo 9, Odone 4, Scampone 3, D’Acunto, Busco. All: Tiziano Addessi. Assistente: Gaetano Avizzano.

ARBITRI: Suriani di Ciampino (Rm) e Fornaro di Mentana (Rm)

PARZIALI: 20/16 – 5/20 – 12/19 – 12/24

 

Niente da fare per la Nuova Fortitudo J.J. Rossueau battuta (49-84) al PalaMalè dal più quotato Basket Scauri nella gara che ha segnato l’apertura ufficiale della stagione 2014/15 in DNC (girone unico). Alla sirene finale le valutazioni della vigilia hanno trovato fondamento: troppo alta la montagna Scauri da scalare (roster partito come possibile favorito per la vittoria finale), troppo poco il tempo avuto a disposizione dalla neonata compagine di coach Tiziano Carradore, squadra completamente rinnovata e ancora bisognosa di allenamenti e partite per andare alla ricerca della giusta quadratura. Il primo quarto di gara però aveva per un attimo sconvolto i pronostici. Attenta, solide e precisa, la squadra di coach Carradore aveva colto di sorpresa uno Scauri messo più volte alle strette e costretto addirittura a tenere il passo dei biancpverdi: 20-16 alla prima sirena.

Discorso diverso al rientro, con uno Scauri che da subito ha cercato di imporre ritmi alti e tanta pressione, togliendo idee e lucidità ad una Fortitudo che da li in poi ha trovato molta difficoltà ad arrivare a canestro. Pellicole che ha continuato a girare su questa linea anche nel terzo e ultimo quarto, con i pontini che minuti dopo minuti hanno fatto valere le proprie qualità individuali e sotto il canestro.

Una sconfitta larga nel risultato, ma dal quale si possono trarre spunti positivi: il primo quarto di gara dove si è visto che nel roster c’è qualità; le certezze dei vari Peroni, Taraddei, Tola e la quantità di Stomeo, bene sotto il profilo di punti (12) e prestazione, ma soprattutto nell’atteggiamento avuto durante tutta la gara. Da questi punti la Nuova Fortitudo deve cercare di ripartire, aspettando i centimetri di Gugliemo Billi e Mattia Trame, due pezzi sul quale coach Carradore potrebbe già far leva dalla trasferta di sabato sul parquet del San Paolo Ostiense.

IL COMMENTO DI CARRADORE

Sapevamo che sarebbe stata molto dura contro una compagine quadrata qual è Scauri, l’importante era capire a che punto si trova la squadra e dove andare a lavorare durante la settimana. Ci sono state cose positive e negative – analizza Carradore – bene il primo quarto e diverse prestazioni, male la gestione della palla nella seconda frazione, dove alla fine abbiamo pagato caro prezzo diverse forzature. Sappiamo che questo è ancora un cantiere aperto, e che al roster serve qualcosa. L’innesti di Billi e Trame – conclude – possono aiutare la squadra, in questo momento bisognosa solo di lavorare sodo e restare concentrata”.

Commenta
(Visited 70 times, 1 visits today)

About The Author