Nuova Matteotti, tra bilanci ed esordi la femminile risponde presente

C’è chi ha appena assaporato la prima vittoria della sua giovane carriera e chi si appresta a calcare i parquet di Puglia e vivere un’altra, ennesima, stagione da protagoniste del basket in gonnella. La realtà femminile della Nuova Matteotti Corato è in fermento: da una parte le ragazze dell’Under 16 femminile guidata da coach Francesco D’Introno ha già rotto il ghiaccio collezionando una vittoria e una sconfitta, dall’altra la truppa di coach Nicola Catalano ai nastri di partenza dell’interessante campionato di serie C. Abbiamo, dunque, raccolto le impressioni dei rispettivi tecnici.

Trovo molto positivo il fatto che Corato possa essere un punto di riferimento sul territorio – è l’esordio di coach D’Introno sia per quanto riguarda la pallacanestro maschile ma anche femminile con il campionato di serie C alle porte. E’ molto importante, però, che oltre alla prima squadra ci siano anche dei gruppi giovanili come la mia Under 16, in modo tale da creare una sorta di serbatoio naturale da cui poter attingere per continuare le attività, con alcune delle ragazze che tra l’altro fanno già parte della prima squadra in pianta stabile.

Stiamo affrontando un campionato per atlete nate nel 2000 e nel 2001 con alcune 2001 e molte 2002, ma non è questo a preoccuparmi, perché l’obiettivo che mi sono prefissato non è quello di arrivare una determinata posizione o di vincere un certo numero di partite, bensì quello di vedere migliorate il più possibile le ragazze, cestisticamente e umanamente, a conclusione di due anni di lavoro.”

Dopo la sconfitta dell’esordio (70-49 a San Severo) è arrivata la gioia della prima vittoria.

Sono abbastanza soddisfatto del lavoro che le mie ragazze stanno facendo in palestra – spiega D’Introno – le prime due partite non sono altro che lo specchio di ogni allenamento. Abbiamo giocato molto bene la prima partita a San Severo, dove a parte un brutto inizio dovuto più che altro all’emozione abbiamo retto bene il campo contro una squadra che aveva un quintetto formato solo da ragazze del 2000; contro Taranto (61-38 il finale), poi, è arrivata subito la vittoria contro una squadra che come noi schierava 2001 e 2002. Ho visto e rivisto la partita – conclude il giovane allenatore coratino – e, a parte il risultato, abbiamo fatto alcuni errori che dobbiamo cercare di eliminare lavorando il più possibile, ma il cammino è ancora lungo.”

Turno di riposo nella terza giornata per le biancoblue, prossimo match previsto per il 12 novembre a Mottola.

Carico e motivato anche Nicola Catalano, il capo-allenatore della compagine ripescata nel nuovo campionato di serie C che vedrà esordire la Matteotti questa domenica.

Abbiamo fatto una buona preparazione – afferma coach Catalano – posso ritenermi soddisfatto della marcia di avvicinamento al campionato che ha conosciuto accelerazione con l’inserimento del terzo allenamento settimanale. Il gruppo sta reagendo positivamente alle mie sollecitazioni, è molto motivato e questo lascia ben sperare per il debutto. Affronteremo un campionato, quello di serie C, che sarà molto variegato e che ci pone una sfida davanti: dare sempre il massimo e ottenere il massimo senza accontentarci e spaventarci di valori tecnici presenti in altre squadre. Mi aspetto un campionato tosto, dove arriveremo lo deciderà il nostro approccio alle partite particolarmente ostiche con squadre che faranno classifica a parte per la promozione in serie B. Il nostro obiettivo? Dare fondo a tutte le nostre energie e capacità e infine vedremo il posizionamento in classifica che non deve essere un assillo. Le ragazze sono cariche e convinte, sono fiducioso” .

Si comincia sul ‘legno’ di Santeramo mentre l’esordio casalingo avverrà il 14 novembre (ore 18) quando al PalaLosito recherà visita la Futura Brindisi.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author