Nuova Pall. Ceglie-Cestistica Ostuni 78-72, Ostuni ko nel derby

Quarta sconfitta stagionale per la Cestistica Ostuni, che esce battuta dal Palasport 2006 di Ceglie al termine di una sfida combattutissima contro una delle squadre più in forma del campionato (cinque vittorie di fila, dopo il ko casalingo contro l’Udas). Una partita equilibrata per larghi tratti del match, con i gialloblù che devono recriminare con se stessi per non aver trovato continuità nella propria prestazione: soprattutto nel terzo quarto, quando dopo un parziale iniziale di 7-0 i ragazzi di coach Capozziello non sono quasi più riusciti a trovare la via del canestro (solo 11 punti totali nel periodo), al contrario di una Ceglie che non si è mai arresa ed è stata più lucida nel finale.

Vincere nella bolgia del palasport cegliese, in un clima ostile e in una sfida molto sentita soprattutto dai padroni di casa, si sapeva che non sarebbe stato facile: gli uomini di coach Santoro aspettavano da tempo il derby contro la Cestistica, e lo hanno affrontato nel migliore dei modi soprattutto nei loro uomini più rappresentativi (Argentiero e Nelson Ododa su tutti). I nostri ragazzi, dal canto loro, hanno sofferto il loro momento non brillantissimo anche dal punto di vista atletico, ma la prestazione messa in campo è stata insoddisfacente: sia come percentuali al tiro, sia come intensità, sia come fluidità di gioco. Ma se è vero che i derby come quello di domenica non si vincono solo con tecnica e tattica, ma soprattutto con il carattere, non si può non riconoscere che quasi tutti i nostri ragazzi in campo la voglia ce l’hanno messa eccome.

Non è bastato, e nello sport ci sta anche dover ammettere la meritatissima vittoria altrui: ciò che non avremmo voluto registrare, sono stati i vergognosi siparietti del capitano avversario durante la partita, dagli insulti e gestacci all’indirizzo della nostra curva alle continue e veementi proteste all’indirizzo degli arbitri, e nella sostanziale impunità da parte di questi ultimi, forse condizionati o semplicemente inadatti ad una partita del genere. Due falli antisportivi, un’espulsione (a dir poco dubbia) e un fallo tecnico ci sembrano una punizione eccessiva in una partita che è stata maschia ma decisamente corretta, in quasi tutti i suoi protagonisti.

Una nota a parte la merita quanto accaduto sugli spalti: se i due presidenti Tanzarella e Allegretti, in un video pubblicato in settimana, si erano augurati si assistesse ad una festa di sport, i loro auspici non sono stati del tutto accontentati. Non tanto per le due curve, che si sono “pizzicate” verbalmente per tutto il match (com’è anche giusto che sia) senza per fortuna eccedere in comportamenti fuori luogo; bensì per qualche esagitato piazzatosi in tribuna proprio a fianco ai tifosi ostunesi, esemplari però nel mantenere la calma senza reagire mai ad alcuna provocazione.

Archiviata la sconfitta, e con un plauso alla squadra avversaria, si torna però subito in campo a preparare un’altra “classica”: giovedì alle 18.30, nel turno infrasettimanale, arriverà al PalaGentile la Tecnoswitch Ruvo, reduce dalla netta vittoria contro l’Adria Bari, mentre domenica alle 18 sarà la volta del derby contro Francavilla. Due partite importantissime per ripartire e tenere il passo delle prime in classifica, in cui servirà un grandissimo pubblico per rendere il PalaGentile un fortino inespugnabile. Ce ne sarà bisogno ad ogni partita casalinga, da adesso fino a fine marzo!

TABELLINO

Nuova Pallacanestro Ceglie – Cestistica Ostuni 78-72 (21-21; 42-37; 53-48)

CEGLIE: Pannella 2, Mitola 18, De Angelis 4, Blasi NE, Nelson Ododa 25, Amorese, Argentiero 14, Faggiano 15, Convertino NE, Verardi NE. Coach: Santoro.

OSTUNI: Smith 24, Mihalich 7, Faraci NE, Manchisi 13, Franklin 11, Teofilo 8, Tanzarella, Masciulli 4, Calisi 2, Vorzillo 3. Coach: Capozziello.

ARBITRI: Acella (BA), Menelao (BA).

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Cestistica Ostuni

Commenta
(Visited 36 times, 1 visits today)

About The Author