Obiettivo Lavoro, buon test con la Bondi Ferrara

BONDI FERRARA-OBIETTIVO LAVORO BOLOGNA 97-102
(23-21, 55-51, 87-75)

 

BONDI: Rush 17, Guarino 3, Udanoh 22, Bucci 16, Losi 12, Brighi ne, Salafia 2, Cacace 4, Ghirelli, Soloperto 21. All. Morea.

 

OBIETTIVO LAVORO: Fabiani 3, Vitali 18, Vercellino 7, Cuccarolo 6, Gaddy 9, Collins 17, Mazzola 13, Hasbrouck 14, Odom 15. All. Valli.

 

Arbitri: Vicino, Tirozzi, Terranova.

 

NOTE: T2 FE 22/30, BO 20/34; t3 FE 9/17 BO 17/39; tl FE 26/30 BO 11/12; rimb. FE 28 (4 off) BO 26 (12 off).

 

POGGIO RENATICO – Un’amichevole che voleva essere un messaggio, quella tra Obiettivo Lavoro e Bondi Ferrara, in un palasport di Poggiorenatico già attivo ma oggi inaugurato ufficialmente, quasi a voler voltare pagina sui giorni difficili del sisma di quattro anni fa, che ha ferito questa terra, la sua gente e le sue attività. Un segnale di rinascita attraverso lo sport, attraverso il basket che appassiona e coinvolge a queste latitudini.

 

Amichevole impegnativa, anche, per una Virtus che domenica aspetterà alla Unipol Arena la OpenjobMetis Varese in un’altra sfida importante per cercare di assestarsi verso una classifica tranquilla. E che affronta la gara senza Pittman, che ha continuato le terapie per la botta alla coscia rimediata a Sassari, e Fontecchio, tenuto a riposo precauzionale per un dolore alla schiena. Sull’altra sponda, fermo Brkic per influenza, una Ferrara agguerrita che ha guidato l’incontro dall’ottavo minuto del primo quarto fino a meno di due minuti dalla sirena finale, quando Bologna ha riagganciato e superato per aggiudicarsi la volata finale.

 

Coach Valli ha ruotato tutti gli effettivi a disposizione, ricevendo risposte significative soprattutto da Vitali (18 punti a referto), Collins (17 punti e 5 assist) e Odom (15 punti). Ferrara ha tenuto alto il ritmo con percentuali importanti nel tiro da fuori. In evidenza Bucci, e soprattutto nel terzo quarto Soloperto, Rush e Udanoh che hanno scavato un solco che alla mezz’ora poteva sembrare incolmabile. Dal +12 per la Bondi, firmato da Losi con una tripla, è iniziata negli ultimi dieci minuti la rimonta bianconera, guidata da Collins, Vitali e Hasbrouck (autore del sorpasso nel corso del minuto 39, 95-97). In particolare Collins, vecchia conoscenza della tifoseria biancazzurra, ha chiuso i giochi a mezzo minuto dalla fine con la tripla vincente.

 

In casa bianconera, tanti grandi ex che hanno lasciato il segno nel basket ferrarese. Da Alessandro Crovetti, gm della società estense per otto stagioni, a Giorgio Valli che ha guidato la squadra per quattro campionati, da Valerio Mazzola, che a Ferrara è nato ed è cresciuto anche come giocatore, ad Andre Collins, protagonista di un triennio pieno di successi, e Kenny Hasbrouck. Per non dire di Allan Ray, che pur alle prese con una stagione sfortunata non ha voluto mancare all’appuntamento con un passato felice. Una serata fatta anche per i giovani: tra campo, prima della palla a due, e spalti, c’erano oltre 160 fra bambini e ragazzi del settore giovanile di Gallo.

 

Grande affluenza, e buoni propositi: l’ingresso era ad offerta libera e l’incasso verrà utilizzato per l’acquisto di un defibrillatore per la bella struttura poggese.

Marco Tarozzi
Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author