Oleggio Magic Basket, una prima da derby

Il conto alla rovescia è finalmente finito. Per la quarta volta consecutiva si alza il sipario sul campionato di serie B per l’Oleggio Magic Basket. Per la prima di campionato subito una sfida delle “grandi occasioni”. Domani, sabato 30 alle 21 al PalaEolo, arriva la Paffoni Fulgor Omegna, la formazione che ancor più dell’anno scorso ha la missione di raggiungere le Final four per il salto di categoria. Attrezzata in ogni reparto, con fisicità e aggressività tra le caratteristiche principali, gli Squali hanno già avuto modo di confrontarsi per ben due volte nel corso del pre campionato. Sarà un incontro importante anche per il suo profumo di derby: con un palazzetto pieno e caloroso sarà il modo migliore per dare il via alla stagione.

Prima della palla a due verranno consegnati, insieme al responsabile di Eolo, ad Arisla e Amicigiò (due associazioni locali assai impegnate sul territorio) gli assegni con i fondi raccolti durante le partite di beneficenza del 26 agosto e del 6 settembre, fra Olimpia Milano e Junior Casale e Derthona Basket e Pallacanestro Varese.

Alla partita saranno ospiti le atlete dell’associazione sportiva Ginnastica Twirling Oleggio che delizieranno il pubblico con esibizioni di twirling e ritmica; tra loro presenti Elena Pagani e Giulia Mantovan, selezionate per la squadra Italia 2018.

A presentare la sfida coach Franco Passera: «Eccoci arrivati all’esordio di questa nuova stagione; come sempre la prima di campionato viene affrontata in una situazione un po’ particolare, con un briciolo di tensione e di emozione, ma anche con la voglia di far vedere che si vuole fare bene. Possiamo dire di essere abbastanza pronti, al di là dell’avversario già di altissimo livello che ci aspetta, soprattutto dopo gli ultimi quindici giorni di preparazione che sono stati per noi molto importanti».

Il calendario ha “scelto” subito un grande match: «La Paffoni è l’avversaria più forte in assoluto di questo girone, quella predisposta a vincere il campionato. Affrontare la prima della classe subito ha i suoi pro e i suoi contro, perché per esempio potrebbe non avere ancora tutti i meccanismi perfettamente oliati. Noi siamo consapevoli sarà un inizio in salita, è una squadra che abbiamo già incontrato due volte e non nascondiamo ci abbia messo in difficoltà, potrebbe anche emergere la differenza di valori che c’è fra noi e loro, ma non solo abbiamo il dovere di provarci, ma anche la voglia e la determinazione».

Fonte: Uff. Stampa Oleggio Basket

Commenta
(Visited 33 times, 1 visits today)

About The Author