Oleggio Magic Basket, il primo tassello è il capitano Pilotti

Punto di riferimento dentro e fuori dal campo, a lui la più che totale fiducia. L’Oleggio Magic Basket è  orgogliosa di annunciare il primo tassello della stagione 2020/2021: il capitano Andrea Pilotti!

Per l’ala classe 1980 sarà la terza stagione in biancorosso: Pilo, che ha chiuso la stagione con una media di 13.2 punti in 28 minuti di gioco e 39.9 rimbalzi a partita, è un mix di talento, qualità, professionalità, dedizione al lavoro, presenza costante per tutti i compagni. La sua permanenza ha un significato ben preciso: il desiderio da parte della società di ripartire con energia da solide basi.

Il General manager Daniele Biganzoli: «Siamo molto contenti di ripartire dal nostro capitano, certi che sia un elemento fondamentale per la squadra che sarà la prossima stagione. Per tutti i suoi valori e qualità Pilo rappresenta a pieno lo Squalo vero, il giocatore legato alla maglia che indossa e al progetto in cui è inserito. A lui il ruolo di essere esempio e riferimento per i compagni, senza naturalmente tralasciare le sue doti tecniche, che ci hanno convinto dal primo giorno di tre anni fa».

Le parole dello Squalo: «Sono molto contento di poter continuare a giocare a Oleggio, quando rimani in uno stesso posto per il terzo anno consecutivo significa che la tua persona e il tuo lavoro sono
apprezzati e che la società crede in te e questo mi riempie di orgoglio. Io rimango con tanto entusiasmo sposando in pieno il progetto della società. Qui sto bene e soprattutto sta bene la mia famiglia, non potrei desiderare altro. Pensando al campo non abbiamo “finito” il lavoro dell’anno scorso, abbiamo lasciato qualcosa all’improvviso e dobbiamo continuare il percorso»

Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.