Olimpia Milano - Reggio Emilia 99-79: I campioni d'Italia ritrovano la vittoria con un superlativo Raduljica

Olimpia Milano – Reggio Emilia 99-79

L’Olimpia ritrova il sorriso e la vittoria davanti al proprio pubblico contro Reggio Emilia. Grande prova del centro serbo Raduljica autore di 20 punti.

IL PRIMO TEMPO – La sfida più attesa della 28° giornata si apre con il 6-0 milanese  firmato Hickman e Sanders,  che puniscono gli ospiti con due triple. Reggio però accorcia con capitan Aradori,  che risponde con la stessa moneta. La partita è molto equilibrata e bella con le due squadre,  che muovono bene la palla in attacco. Dopo 5′ il punteggio dice +2 Olimpia sul 15-13. All’ex di giornata Aradori viene fischiato un fallo antisportivo e i campioni d’Italia ne approfittano per allungare sul +5 con l’1/2 di Hickaman, ma il numero 4 della Grissin Bon è caldo e con un mini parziale di 4-0 sigla il meno tre sul 20-17, costringendo Repesa a chiamare il primo timeout. I ragazzi del coach croato rispondono con Pascolo sugli scudi e volano sul 26-17, obbligando coach Menetti a fermare il break meneghino. Il primo quarto si chiude sul 28-19 per l’Ea7 con il bel gioco a due sull’asse Cinciarini- Mc Lean. Ad inizio secondo periodo la reggiana torna di sotto di quattro lunghezze, ma Milano non ci sta e allontana il tentivo di rimonta degli ospiti con la ” bombe” di Sanders che vale nuovamente il +9. Al 25′ al numero 21 dell’Olimpia Milano viene fischiato il 3 fallo, che lo costringe a tornare in panchina. La Grissin bon sfrutta questo fattore per accorciare a due possessi di distanza con il veterano Kaukenas che punisce dai 6,75. L’Ea7 però punisc ancora dall’arco con Fontecchio per il 39-33. Il buon momento dei meneghini continua con un ispirato Raduljica per il +11 dopo un 2+1. Si va all’intervallo lungo sul 47-37 per l’Olimpia.

IL SECONDO TEMPO – Nella terza frazione la squadra prova a chiuderla arrivando sul +13, ma Della Valle prende per mano i suoi e riduce tre punedo con la specialità della casa, costringendo Repesa a scuotere i suoi con la sospensione. Il numero 8 di Reggio non ha nessuna intenzione di fermarsi e firma il meno uno sul 53-52, a cui risponde subito Fontecchio dalla lunga distanza. L’Olimpia ritorna a giocare con la giusta energia e allunga sul 64-56 con la conclusione di Sanders dall’arco. Al Forum è Raduljica show il serbo domina sotto canestro e si dimostra protagonista anche in difesa con una voglia incredibile di giocare mai vista in tutta la stagione, il pubblico milanese lo ricompensa con applausi a scena aperta. Al 30′ Milano è avanti di otto lunghezze sul 72-64. Nel quarto finale la squadra milanese non cala a livello  d’intensità e rimane molto concentrata. L’Olimpia con la “bomba” di Pascolo, prova la fuga decisiva sul punteggio di 81-68, il coach dei reggiani è costretto a fermare l’emorragia con un timeout. Le scarpette rosse non si scompongono e volano sul +17. La Grissin Bon esce mentalmente dal match e Milano ne approfitta per dilagare. Negli ultimi miuti c’è anche spazio per Cerella, l’idolo del palazzetto,  che ripaga la fiducia del coache mettendo a segno una tripla. Il finale è 99-79 per l’Ea7.

Parziali:(28-19,47-37,72-64)

Tabellino : Olimpia Milano: Mc Lean 6 , Fontecchio 9 , Hickman 9 , Raduljica 20, Pascolo 14, Tarczewski 6,   Cinciarini 7, Sanders 14, Abass 4, Cerella 3, Simon 7

Reggio Emilia: Aradori 17, Needham 5 , Polonara 11, Reynolds 4, Della Valle 19, De Nicolao 2, Fontanili ne, Kaukenas 3, Cervi 7, Gentile 2, Williams 9

Commenta
(Visited 50 times, 1 visits today)

About The Author

Lorenzo Lubrano Nato il 22-08-1996 a Legnano (Mi), ho conseguito il diploma di liceo linguistico, frequento il primo anno di Linguaggi Dei Media (Università Cattolica Milano), ho giocato a basket per 8 anni, collaboro con la web radio milanese RadioBlaBla dove conduco una trasmissione dedicata al basket.