Olimpia Milano, Repesa: "Quindici minuti di qualità ma abbiamo subito troppo"

Cosi Coach Jasmin Repesa dopo la vittoria su Avellino: “Abbiamo giocato 15 minuti come dovremmo fare sempre. Difesa, transizione e concentrazione. Nel primo tempo abbiamo concesso troppi rimbalzi offensivi, 10 punti in contropiede e tre triple piedi per terra. Qualcuno sta faticando ma il mio lavoro è mettere tutti in forma in vista dell’EuroLeague e preparare un periodo severo in cui allenarsi bene sarà difficile. Chi si è allenato più a lungo senza pause è più avanti e si vede. Giocare contro la stessa squadra battuta bene due settimane prima non è facile psicologicamente e questo va ricordato. Dire che abbiamo vinto in partenza lo scudetto come sto leggendo non lo reputo corretto. Fesenko? Ha giocato più minuti NBA dei nostri lunghi ed è stato lì per cinque anni veri. E non voglio  parlare di Thomas. Ma quello che conta non è quanto viene scritto ma cosa si fa in campo. Ed è quello che ci interessa. I miei giocatori per me sono i più bravi al mondo e li difenderò tutti ma quello che siamo lo vediamo in campo. Non sui giornali. McLean è il giocatore che mi piace di più al mondo ma viene da Scafati e Ostenda e allora perché si dice che sia molto meglio di Fesenko? E’ cattiveria o si parla senza conoscere le cose? Il Maccabi? Se corrono sono straordinari, ci aspetta una partita difficile. Non ricordo l’ultima volta che hanno fatto investimenti così importanti. Dobbiamo essere piu continui perché loro corrono bene e dobbiamo fare come ha fatto in Supercoppa Gerusalemme che li ha tenuti a 60 punti. Se gli permetiamo di correre ne faranno 100. Loro giocano con quattro esterni con Victor Rudd e Devin Smith da 4. Dobbiamo limitare le palle perse e non permettergli di pressare, farsi trovare pronti contro queata tipologia di gioco. E impedire a Zirbes di fare come ha fatto oggi Fesenko. Infine conto su un grande apporto della nostra gente”.

Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author