Olimpia On The Road: Supercoppa

da sito ufficiale Olimpia Milano:

Olimpia On The Road: Supercoppa
 

E’ come se non fosse cambiato nulla. A giugno eravamo qua, ad Alghero, era l’inizio dell’estate, faceva caldo, il sole brillava e si giocavano partite importanti. La gente affollava le spiagge. Siamo ad ottobre, fa sempre caldo, il sole splende, ci sono bagnanti a rubare gli ultimi giorni ad un’estate che qui in Sardegna dura sempre più a lungo. E ci si appresta a giocare il primo titolo della stagione, la Supercoppa. La Supercoppa che Sassari, e Brindisi non hanno mai vinto e non hanno mai giocato. L’Olimpia l’ha giocata una volta, 18 anni fa. Partita secca. Sconfitta. Roma l’ha vinta nel 2000: in un sinistro precedente fu l’unica volta che venne aperta a quattro squadre.

Si gioca ovviamente a Sassari ma l’Olimpia secondo tradizione ha scelto Alghero come quartier generale. E’ più lungo il tragitto che conduce a Sassari ma più vicino, vicinissimo, all’aeroporto. La squadra è partita presto da Linate e dopo pranzo si è trasferita al Pala Serradimigni per l’allenamento. Parquet che evoca sempre grandi ricordi. Qui l’Olimpia non ha mai perso nella sua storia. Da quando la Dinamo è in Serie A, ha giocato su questi legni nove volte e ha vinto nove volte. La prima fu nella stagione 2010/11, inizio stagione, inizio dell’era Travis Diener a Sassari. Era l’Olimpia allenata da Piero Bucchi. Ne faceva già parte Nicolò Melli. Maturò la prima vittoria. Nei quarti dei playoff ne arrivarono altre due, il coach però era Dan Peterson. Poi nel biennio di Sergio Scariolo arrivarono altre due vittorie esterne e lo scorso anno, con Coach Luca Banchi l’Olimpia qui si impose quattro volte su quattro. In regular season nella prima gara del 2014. Fu la terza vittoria della striscia di 21 successi consecutivi. Poi tre volte su tre nella semifinale dei playoffs. Con un Alessandro Gentile maestoso, decisivo in gara 3, dominante nell’arco della serie. L’Olimpia perse due volte a Milano – dove Sassari ha tradizione favorevole – ma vinse tre volte in Sardegna. L’ultima, gara 6, fu uno spettacolo. Non c’era Daniel Hackett, vinse lo stesso, dominando e accedendo in finale.
Ma Sassari al momento è solo un luogo, perché il primo avversario è Brindisi. Squadra con tanti intrecci, perché è allenata da Bucchi, perché il capitano, non ancora recuperato, è Massimo Bulleri, perché Delroy James è il fratello di Shawn James. Brindisi lo scorso anno fu una delle cinque squadre capaci di battere l’Olimpia nella stagione regolare. Di quella formazione sono rimasti in pochi, Bulleri ma non gioca, James e Andrea Zerini. Ma Bucchi è un raro esempio di longevità sulla stessa panchina. Si gioca alle 18.00. Rai SPort 2 accende le telecamere per la prima partita che conta della stagione.
Alle 20.00 suona l’ora della cena. Il programma prevede la solita seduta di tiro, la mattina della gara, anche se visto l’orario della palla a due, non ci sarà, come peraltro quasi sempre, il viaggio verso Sassari. Lo shootaround si svolgerà ad Alghero, altro impianto che con il tempo è diventato familiare e dove la gente dei dintorni a sua volta ha preso ad apprezzare i giocatori dell’Olimpia.

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author