Paffoni Omegna - De' Longhi Treviso, pregara [aggiornato]

da sito ufficiale Treviso Basket 2012:

De’ Longhi in anticipo Sabato in casa di Omegna per la 7° – Parlano coach Pillastrini e Mauro Pinton

PAFFONI OMEGNA – DE’ LONGHI TREVISO
Dove: Palaverde (PalaBattisti – Verbania)

Quando: Sabato 8 novembre, ore 21.00 – Diretta Radio Veneto Uno

Arbitri Ursi (Li), Caruso (Pc), Perciavalle (To)

De’ Longhi Treviso capolista imbattuta con 12 punti dopo 6 giornate di campionato, va in trasferta a Verbania in anticipo domani, sabato alle 21.00, sul campo di una delle big del campionato, la Paffoni Omegna, per la 7° giornata della Serie A2 Silver.

Coach Pillastrini (nominato dalla LNP Miglior Coach del mese) è in emergenza: oltre all’assenza del playmaker Fantinelli infatti sono acciaccati anche tutti i lunghi, Powell (risentimento muscolare), Rinaldi (caviglia) e Cefarelli (schiena), allenatisi a scartamento ridotto in settimana. I trevigiani potranno contare su un robusto seguito di tifosi, organizzati per la trasferta di Verbania con pullman e auto.

Treviso viene dalla vittoria casalinga con Latina (73-59), e vanta la migliori difesa del torneo con 62 subiti a gara, Omegna invece è terza con 8 punti ed è stata sconfitta per la seconda volta in campionato, fuori casa 78-72 dalla lanciatissima Legnano, con 21 punti di Saddler, 12 di Masciandri e 11 di Conger.
Punti di forza il piccolo e costante Devon Saddler (più di 17 punti e 3 assist a gara con il 59% da due), che gioca con passaporto italiano, poi l’ala USA Conger (14.3 punti e oltre 5 rimbalzi), in una squadra che comunque sa trovare sempre protagonisti importanti anche nel pacchetto-italiani come il prolifico centro Iannuzzi (14 e 6.5 rimbalzi), il play Tavernelli (12.3 e 4 assist) o il tiratore Gurini (10 di media, con il 39% da tre), o Masciandri (6.5 punti).

RADIO – diretta radiofonica su Radio Veneto Uno (97.5 mhz) o in streaming audio su www.venetouno.it

Stefano Pillastrini, coach Treviso, inizia commentando il premio di miglior allenatore del mese di ottobre:

Il premio fa piacere, è un premio da dividere tra tutti, la società, i giocatori, lo staff e i tifosi, perché viene dai risultati che abbiamo conquistato assieme. Domani sarà una gara difficilissima, questa settimana abbiamo fatto mezz’ora di 5 contro 5, per il resto allenamenti a 3 contro 3 o 4 contro 4 perché avevo tanti infortunati. Domani a parte Cefarelli e Fantinelli dovrebbero esserci tutti anche se non al meglio. Ma come sempre non ci piangiamo addosso, loro hanno una batteria di giocatori importante e giocano molto bene, sono una delle migliori squadre, noi cercheremo un’altra impresa lottando dall’inizio alla fine come nostra caratteristica.
Mauro Pinton, playmaker Treviso:

Andiamo in casa di un’avversaria molto forte, una squadra che conosce bene la categoria, con un impianto di gioco definito e tanti giocatori pericolosi. Giocare lì da loro non è facile, il fattore campo conta, ma so che ci saranno anche tanti nostri tifosi a sostenerci. Noi veniamo da un bel periodo, questa settimana abbiamo avuto qualche difficoltà con acciacchi vari che ci hanno un po’ limitato negli allenamenti, ma siamo una squadra che ha dimostrato di riuscire a reagire in queste situazioni. Si è creato un bel gruppo, molto unito, l’immagine più emblematica è stato domenica l’abbraccio di tutta la squadra al canestro finale di Malbasa, con un gruppo così e lo spirito che si è creato in squadra e nel rapporto con il coach possiamo fare grandi cose.


Era noto fin dall’inizio che il match contro la De’ Longhi Treviso sarebbe stato molto ostico, ma la Paffoni Fulgor Omegna si avvicina a questa partita con qualche difficoltà in più. Prima di tutto arriva dalla sua peggior prestazione dall’inizio del campionato: contro Legnano la squadra ha mostrato solo in parte la qualità espressa nelle ultime uscite (soprattutto nelle due precedenti) e lo stesso coach Magro ha parlato di “sconfitta meritata”. Per una squadra giovane come la Fulgor la prestazione di Castellanza sarà certamente un altro punto di crescita, ma i ragazzi rosso-verde ne sono usciti malconci anche dal punto di vista fisico: tanti gli acciaccati, come Tavernelli e Gurini, il mezzo stop di Resca e l’infortunio ad Antonio Iannuzzi, di cui si stanno valutando le condizioni e che è in forte dubbio la sua presenza contro i trevigiani. Ma perché Treviso sta dominando questo inizio di stagione? Tutto parte dalla sua difesa: 373 punti concessi (la migliore del campionato) per una media di 62 punti a partita. La conduzione in panchina del miglior allenatore nel mese di Ottobre, ossia Stefano Pillastrini, ed una grande capacità di rimanere a contatto per poi firmare nella volata finale la vittoria negli scontri in trasferta. Augustin Fabi e Coron Williams stanno mostrando cose molto buone, ma il vero condottiero dei bianco-verdi è Marshawn Powell, che viaggia con una doppia-doppia di media da 16 punti e 10 rimbalzi. Una partita dura che, nonostante le avversità, la Paffoni Fulgor Omegna vuole giocarsi fino in fondo. Il lavoro in palestra, lo spirito di unione della squadra, la qualità degli elementi che la compongono sono fattori che possono cambiare le sorti del match, aggiungendo l’arma “PalaBattisti” che nelle gare interne ha sempre sorretto e sospinto la Paffoni. 

Paffoni Fulgor Basket 

 Davide De Tomasi – ADDETTO STAMPA

www.fulgorbasket.it

FulgorBasket on Facebook

@FulgorBasket on Twitter

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author