Openjobmetis Varese, Caja: "Abbiamo lottato fino alla fine. Qualche dettaglio ci ha impedito di vincere"

Sconfitta in volata per l’Openjobmetis Varese in quel di Trento contro l’Aquila Basket di coach Buscaglia. Nell’anticipo della 18° giornata di Serie A, la formazione lombarda è stata sconfitta per 74-71, reagendo ad un avvio complicato e giocandosela fino alla fine, trascinata in particolare da Aleksa Avramovic (21) e da Dominique Archie (17+9 rimbalzi). Lo sforzo dei ragazzi di coach Caja non è bastato per portare a casa la vittoria ed ora Varese rimane a quota 20 in classifica.

C’è sicuramente un po’ di rammarico, perchè ci siamo andati molto vicino. Alla fine piccoli particolari, piccoli errori hanno fatto la differenza e non ci hanno permesso di portare a casa la gara” – ha commentato nel post partita coach Caja – “La squadra ha giocato la sua partita ed è stata brava, perchè non è mai facile recuperare quando si inizia con 0 su 7 da tre e 3 su 19 all’intervallo“.

La squadra comunque ha sempre grande fiducia ed esprime sempre una buonissima difesa. Siamo riusciti a rientrare in partita ma Trento, con 6 giocatori in doppia cifra, ci ha messo in difficoltà anche perchè noi ne abbiamo avuti solo 4” – continua Caja – “Onestamente ci voleva un po’ di più. Abbiamo fatto quello che dovevamo fare a livello di piano partita, l’abbiamo giocata fino alla fine senza mollare mai“.

Soltanto qualche  piccolo particolare non ci ha consentito di portare a casa il risultato” – conclude Caja – “Però a livello di attenzione e atteggiamento non abbiamo niente da recriminare. Dalla prossima partita speriamo però di avere qualcosa in più a livello di contributo da parte di un numero maggiore di giocatori“.

Comunicato da Ufficio Stampa Pallacanestro Varese.

Commenta
(Visited 37 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.
Per Info