Openjobmetis Varese, Caja: "Vogliamo arrivare fino in fondo"

E’ tutto pronto a Varese, dove domani sera, ore 20:30, all’Enerxenia Arena riceverà i tedeschi dell’s.Oliver Wurzburg, per la semifinale d’andata della FIBA Europe Cup. Coach Caja presenta così la sfida: “Quando ad inizio stagione abbiamo deciso di disputare la FIBA Europe Cup, lo abbiamo fatto con lo scopo di fare un’esperienza nuova e formativa. Da allora sono passati circa sei mesi di partite europee e mi sento di ringraziare la società che ci ha permesso di fare questo percorso, perché dal punto di vista tecnico abbiamo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati“.

Nonostante il livello non sia certamente quello di Eurolega o EuroCup, è stata una coppa impegnativa; la squadra, però, è stata brava ad applicarsi, riuscendo a gestire il doppio impegno con il campionato ed ottenendo, quindi, quei benefici che stavamo cercando” – aggiunge Caja – “A questo punto vogliamo giocarcela nel miglior modo possibile per arrivare fino in fondo, consapevoli che di fronte troveremo una squadra come s.Oliver Würzburg, che sta facendo molto bene nel proprio campionato. Spero che i nostri tifosi, che non ci hanno mai fatto mancare il loro sostegno, possano riempire gli spalti della nostra Enerxenia Arena“.

La loro spinta ci aiuterebbe tanto, soprattutto in questo momento della stagione in cui ci ritroviamo a giocare senza Dominique Archie” – conclude l’allenatore di Varese – “Dal canto nostro ci stiamo preparando per disputare la nostra miglior partita, consci del fatto che affronteremo una squadra profonda, che ha tanti giocatori di qualità con una spiccata propensione per il tiro da fuori. Per arginare questa loro caratteristica dovremo far valere la nostra ottima difesa in modo da tenere un buon punteggio“.

Commenta
(Visited 18 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.
Per Info