OraSi Ravenna, parla Alessandro Esposito

Esposito, finalmente. Se ne parlava da più di un anno ma poi, per motivi anche di contemporaneità di eventi, il lungo di Cinisello Balsamo non era riuscito ad approdare all’OraSì. Ora tutti i tasselli sono andati al posto giusto e coach Martino avrà a disposizione nella stagione che bussa quasi alle porte un giocatore futuribile e di talento, disposto a lavorare duramente per crescere e dimostrare di poter essere anche un buon giocatore di A2.

Ecco, a proposito, una sorta di Esposito-story. Stringata, vista la giovane età del nuovo lungo dell’OraSì: <<Ho iniziato a giocare a basket a casa, quindi a Cinisello, poi sono passato a Desio, dove ho fatto l’intero percorso dall’under 17 all’under 20, poi mi ha preso Costa Volpino, dove ho giocato sia nella squadra under 20 che nel campionato di serie B. Lì ci sono stati i primi contatti con Ravenna, tanto è vero che in un primo momento era sembrato che potessi venire in Romagna già alla fine del campionato di serie B, poi però abbiamo dovuto giocare  i playout e così l’occasione è sfumata>>.

Tutto è bene, però, quel che finisce bene: <<Sinceramente un anno fa non me la sarei sentita di effettuare il salto in A2, perché avevo bisogno di giocare con continuità e fare esperienza. Adesso le cose sono cambiate e sono molto felice di essere arrivato all’OraSì e di tentare il salto di categoria con molti minuti in più nelle gambe. Sono qui per imparare e per crescere, in modo da dare subito una mano alla squadra.  A Costa Volpino ho fatto anche il pivot, comunque il ruolo nel quale ho quasi sempre giocato, fin dai primi passi, è stato il 4>>.

Il battesimo di Esposito è arrivato martedì scorso al ‘Porticino’, alla cena organizzata dal club ‘Ravenna nel cuore’: <<L’entusiasmo e l’affetto dei tifosi mi hanno sorpreso positivamente, a Desio e Costa Volpino non c’ero stato abituato. Cercherò di ripagarli>>.

Fonte: Uff. Stampa OraSi Ravenna

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author