Orlandina Basket, Di Carlo: «Siamo in crescita»

Dopo la sosta per l’All Star Game domenica riprenderà il campionato con la Betaland Capo d’Orlando di scena alla Mapooro Arena di Cucciago (CO) per la sfida della prima giornata di ritorno contro l’Acqua Vitasnella Cantù. La gara del Pianella segnerà anche l’esordio in Serie A per Keaton Nankivil, ala prodotto dell’Università del Wisconsin, firmato in settimana dal DS Giuseppe Sindoni che ha aperto la conferenza stampa pre gara presentandolo ai giornalisti: «Abbiamo pensato che dopo l’addio di Nika Metreveli fosse necessario intervenire sul pacchetto lunghi perché era necessario migliorare la qualità vicino a canestro. Così abbiamo colto l’occasione per firmare Keaton Nankivil, persona splendida, seguita da noi anche nelle ultime due estati, e giocatore che riteniamo sia capace di aiutarci soprattutto ad aprire il campo. Riteniamo possa giocare in coppia con entrambi i lunghi americani, e sono sicuro che al rientro di Sandro saremo più profondi e qualitativamente migliori. Il ciclo di gare che affronteremo è molto importante, dovevamo rimpiazzare Nika, che ringrazio per le splendide parole avute nei nostri confronti». La parola è poi passata al nuovo giocatore dell’Orlandina: «Innanzitutto sono molto contento di essere qui in Sicilia anche perché la famiglia di mia madre è originaria di Calascibetta e ho capito di essere molto vicino caratterialmente a questa terra. Sono arrivato da soli due giorni – afferma l’ala paladina – sono consapevole della situazione di classifica, ma ho visto come si allena la squadra e sono molto fiducioso. Ci metterò tutto l’impegno possibile, darò tutto ciò che ho». A coach Gennaro Di Carlo il compito di presentare il match contro l’Acqua Vitasnella: «Cantù è una squadra che sta cambiando pelle, in settimana ha inserito altri due giocatori come Ukic e Fesenko. Cercheremo di fare un passo avanti a livello difensivo rispetto alla gara di Pistoia per provare a tornare a vincere. Vedo una squadra che rispetto a un mese fa si passa meglio la palla e se cominceremo a difendere come si deve ci metteremo sulla buona strada. Keaton ha già parlato e fatto vedere cosa può dare in termine di disponibilità e energia. Noi abbiamo bisogno di gente che si butti nel fuoco per noi e lui sicuramente fa al caso nostro».

 

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author