Paddy Power Geas a Torino: è la partita che vale primato e coppa Italia

Sabato sera Paddy Power Geas a Torino
E’ la partita che vale primato e coppa Italia

Sabato sera, Pala Einaudi di Torino, ore 21: l’appuntamento è fissato per la partita più importante di questa prima parte della stagione. Di fronte ci sarà Torino, squadra che contende al Geas il primo posto e la conseguente partecipazione alla fase finale della Coppa Italia. Con Genova teoricamente ancora in gioco per il primato, anche se a -4, a quattro giornate dalla fine, è certamente la squadra piemontese la rivale principale per la squadra di coach Zanotti, protagonista di un’ottimo cammino fino ad ora e fortemente intenzionata a far proseguire la propria serie di vittorie consecutive, arrivata a 7. Contro Torino non sarà facile, essendo la squadra di coach Petrachi forse la più completa e competitiva del girone.

Torino evoca al Geas ricordi contrastanti: due anni fa, proprio al Pala Einaudi, le rossonere festeggiarono la promozione in A2, mentre l’anno scorso furono proprio le piemontesi a interrompere, dopo una stagione perfetta, il sogno di tornare in A1. Voglia di rivalsa e sano spirito di rivincita animeranno di certo le geassine, non certo appagate dal largo successo della partita di andata (78-65), unica sconfitta fin qui delle torinesi.

Una vittoria sarebbe l’ideale per un Paddy Power Geas che coi due punti volerebbe a +2 in classifica, conquistando però anche il vantaggio negli scontri diretti che varrebbe molto in caso di arrivo a pari punti. Teoricamente anche una sconfitta entro i 13 punti, gap in favore del Geas nella gara d’andata, non comprometterebbe troppo le possibilità di conquistare il primo posto, ma ovviamente le geassine andranno a Torino per vincere. Sempre assente Picco, in attesa di valutare i tempi di recupero dall’infortunio alla spalla, tutte le altre giocatrici sono a disposizione per questo big match. Il lavoro settimanale di coach Zanotti è stato impostato anche sull’analisi attenta dell’avversario, capace di colpire in diversi modi e di mettere in difficoltà le rossonere.
“Torino – commenta coach Zanotti – è forse la squadra più completa del girone, sia come roster che come tipo di gioco: sanno correre molto bene, ma anche giocare a metà campo e contro la difesa schierata, hanno abilità tattica e giocatrici fisiche. Insomma, non sarà facile. Noi però abbiamo dimostrato di poter vincere contro tutti e di poter arrivare fino in fondo e conquistare il primo posto. Se scendiamo in campo concentrate e decise a imprimere il nostro ritmo alla gara, difficilmente le avversarie possono fermarci. Viceversa, nei momenti in cui smettiamo di giocare, solitamente prendiamo dei parziali negativi come successo contro Genova. Contro Torino non possiamo permettercelo. Una sconfitta che comunque ci consenta di mantenere a nostro favore la differenza canestri non sarebbe un problemone, ma vogliamo vincere e mettere un altro mattoncino, o forse stavolta un mattone, verso il primo posto”.

Le rossonere sabato sera si troveranno di fronte il miglior attacco del girone e dell’intera A2, con ben 72.9 punti di media a partita (il Geas è secondo nel girone A con 66.6). Miglior marcatrice di questo attacco “atomico” è l’ala Costanza Coen, che già da alcune stagioni si sta confermando come una delle più prolifiche bocche di fuoco dell’A2. Per lei 14.8 punti a partita, conditi anche da 7.3 rimbalzi di media. Mente e, quando serve, braccio armato della squadra è però la playmaker americana Brianne O’Rourke, un concentrato di classe e intelligenza cestistica come poche in A2. Per lei non parlano solo le cifre, pur ottime: 14.4 punti di media, 2.4 assist, 4.3 rimbalzi e 3.5 recuperi a partita infatti non raccontano tutto di una giocatrice che come poche altre sa gestire i ritmi e leggere le partite. Importanti anche le cifre di Domizi (8.9 punti), Quarta (8.4) e Riccardi (8), con Salvini e Pignetti oltre i 5 punti di media (7.1 e 6.1).

Jacopo Cattaneo
Ufficio stampa Paddy Power Geas

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author