Paddy Power Geas, Tognalini: "Sono qui Per riscoprire l'amore per il basket"

Conosciamo Federica Tognalini: “Sono qui Per riscoprire l’amore per il basket”

Dopo le vacanze natalizie, il Paddy Power Geas è tornato al lavoro con due braccia in più in palestra: è infatti arrivata alla corte di coach Cinzia Zanotti l’ala Federica Tognalini, nativa di Roma e reduce dall’avventura in A1 con Napoli. La classe 1991, che rinforzerà il reparto lunghe geassino, ha iniziato a lavorare con la sua nuova squadra con tanto entusiasmo e l’occasione per il debutto e per presentarsi ai suoi nuovi tifosi arriverà già nel prossimo weekend, nella sfida casalinga contro Selargius. Prima di vederla sul parquet, conosciamo meglio

“Ho iniziato a giocare a pallacanestro per tradizione familiare: mio padre è un ex giocatore, da bambina ho seguito anche le orme di mio fratello e una volta ‘assaggiato’ il parquet è stato impossibile lasciarlo. Nella mia carriera ho poi incontrato tante persone che hanno reso speciale questa mia avventura. Una su tutte: Mery Andrade, con cui ho giocato a Venezia. Mery è stata la mia guida spirituale, adesso è un’amica e un punto di riferimento. Mi ha insegnato che una giocatrice vera non si giudica solo dal tabellino, ma soprattutto dalla volontà e dalla voglia di lavorare”

Ora una nuova avventura, nel pieno della maturità e della carriera della giocatrice cresciuta nel vivaio dell’Acilia Roma: “Il Geas è una squadra dalla storia incredibile e arrivare qui per me è un bel traguardo. In questa nuova avventura aspettative e desideri si fondono nella speranza di fare bene e di crescere insieme alla squadra: sicuramente il gruppo è giovane e l’energia non manca ma vorrei anche riscoprire l’amore per la pallacanestro che avevo da bambina e che mi ha portato a girare l’Italia e lasciare, a volte, tutto e tutti. Per me il basket è passione e sorriso, questo è un riassunto di quello che vorrei vivere qui al Geas. Non conoscevo personalmente nessuna delle mie nuove compagne, anche se in realtà in qualche raduno ho incontrato Laterza. Conoscevo invece molte di loro di fama, ma devo dire che tutte mi hanno accolta con una dolcezza e un’attenzione incredibile. Ripagherò con tutto l’impegno possibile, dando ala squadra il meglio del mio gioco: amo andare a rimbalzo e mi trovo a mio agio negli aspetto del gioco ‘sporco’. Nell’anima mi sento un’ala piccola, ma non avrò problemi a giocare più vicina al canestro”.

Ma chi è Federica al di fuori del campo di gioco? “Nel tempo libero sono una studentessa di Scienze e Tecniche Psicologiche, ma mi piace molto dare sfogo alla mia infinita curiosità soprattutto leggendo e vagando per le città in cui gioco o che visito viaggiando. Quando sono in cerca di tranquillità scatto fotografie con la mia inseparabile Reflex e prima o poi mi piacerebbe riuscire a fare un corso di fotografia e costruire la mia camera oscura, con tanto di mollette e bacinelle per lo sviluppo delle fotografie”.

Jacopo Cattaneo
Ufficio Stampa Paddy Power Geas

Commenta
(Visited 12 times, 1 visits today)

About The Author