Palestrina cerca riscatto contro Cagliari dopo lo stop di Barcellona

Arrivata la seconda sconfitta stagionale, per Palestrina c’è ancora davanti un calendario aspro che impone di tornare presto in palestra per mettere nelle gambe utili sessioni di allenamento. Al giro di boa del girone d’andata ci prepariamo ad un turno anticipato al sabato, visto l’impegno fissato in casa dell’Accademia Pirates Su Stentu che disputa le proprie gare casalinghe appunto in questa giornata. Otto punti in classifica, Cagliari (nomenclatura non esattissima ma di più facile comprensione) dispone tra gli esterni di Mirko Pilo e la coppia Fabio Villani-Mauro Graviano, già in forza alla Russo nella finale playoff di B2 con Palestrina del 2008. Pacchetto lunghi di ottima caratura, tecnica ed esperienza a partire da Romeo Trionfo passando per l’ala Giuliano Samoggia (ex Piacenza e fratello dell’indimenticato Matteo) e il più rappresentativo di tutti Manuel Vanuzzo, bandiera di Sassari per dieci anni prima di terminare ad Udine in A2. L’under più incisivo è stato finora Daniele Locci, guardia del ’98 che sfiora la doppia cifra di media, attenzione poi all’atletico play 1999 Pompianu cresciuto proprio alla Dinamo Sassari, coetaneo del riconfermato Giuseppe Floridia ala ex Genneruxi in C. A dare ossigeno alla frontcourt cagliaritana il già rodato e dinamico Passaretti, ventiquattro anni.
In panchina Beppe Caboni già allenatore dell’Olimpia Cagliari ai tempi dell’incrocio con Palestrina in Serie C.
In casa prenestina si lavora sia fisicamente per una condizione ancora più confortante sia sulla crescita mentale che sicuramente il ko di Barcellona avrà stimolato. Di fronte avversari di caratura simile è sembrato infatti decisivo l’approccio avuto con la gara, mostrando un Palestrina confusionario e irretito dalle difficoltà incontrate. Unica strada per dimenticare la battuta d’arresto in Sicilia dimostrando la voglia di riscatto dei giocatori prenestini è senza dubbio quella di rispondere sul campo con una prova convincente e soprattutto che porti in dote due punti preziosi in una situazione di classifica così corta: non sarà facile ma il test sarà a maggior ragione significativo.
Si gioca al PalaCus vista l’indisponibilità del PalaPirastu, teatro della menzionata finale playoff in cui Palestrina sbancò il campo sardo 79-83 pareggiando la serie per poi concludere l’opera in casa propria. Ad arbitrare l’incontro saranno chiamati i sigg. Marcello Martinelli di Brescia e Matteo Sironi di Sesto San Giovanni, la palla a due è invece prevista per le ore 16:00.

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author