Palestrina, ufficiale: Mattia Mastroianni primo arrivo della nuova stagione

La Pallacanestro Palestrina è lieta di presentare il primo nuovo arrivo per la stagione 2019/2020. Ai nastri di partenza del prossimo campionato di Serie B tra le fila arancio verdi militerà l’ala Mattia Mastroianni. 2.03 metri di altezza per un lungo bidimensionale che ama destreggiarsi indifferentemente nel pitturato e piedi fuori dall’arco, elemento di sicura affidabilità pur essendo un classe 1994. Nel pieno della sua maturità cestistica, ha compiuto enormi progressi negli ultimi anni figli della sua caparbietà e dedizione al lavoro, divenendo un pupillo di coach Ponticiello nella fortuna stagione 2016/2017 conclusasi per i colori bianco-blu con la promozione in Serie A2 e la conquista della Coppa Italia. Mattia ha poi indossato la stessa canotta di Napoli nell’annata successiva confermandosi tra i migliori nell’organico per rendimento nonostante la nota retrocessione al termine della stagione, premiato in ogni caso nel rivestire i gradi di capitano. In estate il trasferimento all’ambiziosa Viola Reggio Calabria (contro Palestrina ottiene il suo high stagionale con 19 punti realizzati), ma per il perdurare della difficile situazione logistica ed economica sorta durante i primi mesi, a dicembre arriva la scelta di abbracciare il progetto di Salieri a Orzinuovi. Mastroianni si inserisce nell’oliato meccanismo della società lombarda, terminando in bellezza con la vittoria nella Final Four di Montecatini.
Il primo approccio con Palestrina risale al 2011-2012 quando Mattia militava nella Under 19 del Vivibasket, avversaria di Palestrina nel girone di qualificazione. Chieti (DNA), Castelfiorentino (DNB), Martina Franca e Falconara le esperienze precedenti per l’atleta napoletano che ritroverà ora il suo vecchio mentore in panchina per il quale rappresenterà la prima pedina su cui costruire il nuovo scacchiere. Esprimendo a Mattia il più caloroso benvenuto nell’ambiente arancio verde, formuliamo contestualmente gli auguri per una felice permanenza e un proficuo rapporto lavorativo.
Le prime dichiarazioni dell’ala-forte: “Arrivo a Palestrina in un bel momento della mia carriera, conoscendo la società e l’ambiente so che posso fare molto bene , considerando anche la squadra che stanno allestendo. Il primo ingrediente per una stagione di successo è sicuramente un gruppo ed uno spogliatoio solido, per quanto mi riguarda è l’elemento essenziale per affrontare una stagione di successo. In secondo luogo, oltre alla coesione, la squadra deve aver voglia di allenarsi e di migliorare, queste sono le costanti che ho trovato nelle annate positive della mia carriera”.

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Palestrina

Commenta
(Visited 40 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.