Palestrina-Viterbo 86-58, Pederzini guida i suoi al successo

CITYSIGHTSEEING PALESTRINA: Rischia 19, Rossi 6, Molinari 3, Drigo 3, Pederzini 29, Serino 13, Brenda 2, Gagliardo 5, Miglio 2, Montanari 4. All. Lulli
BALLETTI PARK HOTEL VITERBO: Ingrillì 3, Listwon 9, Ciampaglia 2, Fowler 13, Meroi, Rovere 8, Cianci 5, Casanova, Marcante 9, Ianuale 9. All. Fanciullo
Parziali: 27-24, 46-34, 69-47

Pronostici tutti a favore di Palestrina in questa seconda giornata, ma il gruppo arancio verde non si fida di una Viterbo rinnovata ancora da amalgamare.
Primo quarto vertiginoso per ritmi ed intensità, attacchi che decisamente hanno prevalenze sulle difese e gli ospiti prendono coraggio con un avvio al tiro promettente. Fowler riporta avanti i suoi a più riprese raggiungendo quota 8, ma Palestrina c’è e risponde presente con le accelerazioni di Rischia e gli affondi di Pederzini. Dominio nel pitturato con Serino che realizza due giochi da tre punti, Viterbo che invece si affida alla buona serata nel tiro da fuori che li ripaga lasciandoli in scia per tutto il periodo, nonostante un Palestrina scatenato in attacco. Bomba sulla sirena di Marcante: 27-24.
Intensità pagata dagli ospiti in termini di falli, l’inerzia però non cambia e si conserva un minimo vantaggio da parte di Gagliardo (a segno subito all’entrata) e compagni. Medie che si abbassano, in cinque minuti il parziale è di 5-2 per la Citysightseeing, momento in cui Viterbo chiama la seconda sospensione tecnica. La verve di Rischia imprime la svolta, Palestrina mette tra se e gli avversari la doppia cifra, volando sul 42-28 a due minuti dalla pausa. Il nr.5 prenestino è tra i migliori chiudendo questo primo tempo con l’assist a tutto campo per Pederzini che raccoglie e deposita il 46-34.
Eccezionale lo spirito col quale Palestrina rientra sul parquet, parziale devastante, assist di pregevole fattura (Serino si conferma passatore ideale) e Pederzini si infiamma confezionando nove punti in un amen. Nonostante l’ampio scarto Viterbo non si demoralizza e tenta di risalire la china con il tiro dall’arco che fin qui li ha premiati: tre bombe e si arriva sul 57-43 al 25°. Dopo il timeout Palestrina ristabilisce un solco incolmabile condito dai rimbalzi a profusione di Serino e le giocate di Rischia che in prima persona conclude il quarto: 69-47.
La gara ha ormai un vincitore, c’è spazio anche per lo spettacolo, il pubblico può applaudire convinto una Citysightseeing che ha col passare dei minuti conquistato la scena. Pederzini è il top scorer inarrivabile con 27 punti in tre quarti, ne aggiunge due e una stoppata prima di prendersi la standing ovation. Poco altro da aggiungere a questa prestazione, Palestrina completa la festa con l’ingresso di Miglio che va a referto con due liberi. Finisce 86-58, è il secondo successo che tiene la Citysightseeing in vetta.

Commenta
(Visited 48 times, 1 visits today)

About The Author