Pall. Crema-Agribertocchi Orzinuovi 68-72, Crema si batte alla grande, ma perde con la capolista

Si infrange sul tabellone a 5 secondi dalla fine il sogno della Pallacanestro Crema di piegare la capolista Orzinuovi, che, aggiudicandosi il match 68 a 72, stacca le principali inseguitrici e resta sola in testa.

Si infrange sul tabellone a 5 secondi dalla fine il sogno della Pallacanestro di piegare la capolista Orzinuovi. La partita che ha regalato ad entrambe le tifoserie emozioni fortissime da conservare per gli anni a venire era iniziata molto bene per i ragazzi di coach Baldiraghi, autori di una prima frazione eccezionale terminata 17 a 11 che li ha visti nettamente superiori ai bresciani per qualità di gioco, precisione al tiro, neutralizzazione degli attacchi avversari e recupero di palla in rimbalzo con Davide Bozzetto re incontrastato dell’aria. Nella seconda parte del primo tempo, dopo essere giunti ad una differenza negativa di 10 punti i ragazzi di coach Crotti hanno iniziato a rialzare la testa colmando il divario a colpi di dolorosissime triple e tentando il sorpasso, vanificato da Bozzetto sul suono della sirena.

Rientrati in campo per il secondo tempo, entrambe le squadre hanno dato il meglio di se dando vita ad una partita memorabile, affrontandosi ad armi pari, con continui rovesciamenti di fronti. Complice un lieve calo dei rosanero, Agribertocchi Orzinuovi ha dato prova di non essere in cima alla classifica così per caso e di essere “la squadra migliore del campionato” come dichiarato in una recente intervista dallo stesso Baldiraghi. Trainati dai punti pesantissimi di Ruggiero e Scalzi i bresciani hanno preso in mano la partita tallonati dai leoni cremaschi determinati a lottare fino all’ultimo respiro. Lotta che si è protratta fino agli ultimi secondi di gioco quando, Crema, sotto di 3 punti 68 a 71 ha mancato per mano di Alessandro Petronio il canestro da 3 per centrare il pareggio ed andare agli overtime. Il suono della sirena ha riportato Crema ed i suoi tifosi alla realtà, risvegliandoli da un sogno accarezzato per 40 minuti. La Pallacanestro Crema esce sconfitta dal Pala Cremonesi 68 a 72.

Sconfitta che tuttavia non deve demoralizzare i giocatori, autori di una prova da grandi campioni quali sono e che li ha visti tenere testa alla squadra favorita alla vittoria del campionato che ora si goda la vetta solitaria della classifica in attesa del match del 21 tra Co.Mark Bergamo e Rekico Faenza. La tredicesima ed ultima giornata di campionato prima della pausa Natalizia vedrà la Pallacanestro Crema impegnata nell’anticipo di campionato la sera di sabato 17 sul campo della Palestra ‘A. Romele’ di Pisogne contro una Vivigas Alto Sebino uscita malconcia dalla trasferta padovana e come Crema desiderosa di riscatto.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Pallacanestro Crema

Commenta
(Visited 44 times, 1 visits today)

About The Author