Pall. Trapani-Legnano 66-86, siciliani ancora ko. Si dimette coach Ducarello

Trapani. Brutta battuta d’arresto per i ragazzi di coach Ducarello che perdono la seconda partita consecutiva, la prima in casa. Partita molto combattuta per i primi due quarti ma la tenuta fisica e la maggiore concentrazione degli ospiti permettono loro di dilagare nelle successive due frazioni. Tra le file dei granata da salvare solo l’ottima prestazione di Andrea Renzi, autore di 24 punti. Pessime le percentuali al tiro dei padroni di casa che tirano col 17% da 3 (5/29). Partita encomiabile invece per i ragazzi di coach Ferrari che trovano in Martini un’eccezionale bocca di fuoco (24 punti) ma riescono comunque ad imprimere ritmo e coralità per l’intero arco del match. Finisce 66-86.

1°Quarto. Il primo canestro della partita è di Legnano ed è un alley-up tra Palermo e Mosley. La tripla di Ihedioha porta gli ospiti sul +5. Pronto riscatto di Trapani che con un 9-0 firmato Renzi-Ganeto si porta sul 9-5. Il canestro di Mosley, ottimamente  servito da Martini, firma il 9-9 quando mancano 4’ alla fine della prima frazione. Il canestro più il tiro libero supplementare di Scott ed il gioco in post basso di Renzi portano i padroni di casa al massimo vantaggio:19-11. Le due triple consecutive di Palermo e Raivio concludono un parziale di 11-2 che riporta gli ospiti in vantaggio 21-22.

2°Quarto. Legnano si porta subito sul massimo vantaggio (23-28) ma Trapani, affidandosi al solito Renzi, si mantiene a contatto: 27-30 quando mancano 6’ alla pausa lunga. Il 5-0 di Martini porta Legnano al nuovo massimo vantaggio (27-35) e costringe coach Ducarello a chiamare time-out. Si rientra in campo con Trapani che grazie ad un magnifico Renzi (22 punti nella frazione) firma un parziale di 10-0 che le permette di ritornare in vantaggio: 37-35 quando mancano poco più di 2 minuti alla pausa lunga. Il break di Trapani viene interrotto dalla tripla di Martini ma la perentoria schiacciata di Scott, il contropiede concluso da Mays ed il libero di Tavernelli riportano i granata sul +4. La frazione termina 42-38.

3°Quarto. Dopo i primi 5’ in cui le due squadre si equivalgono, Legnano è bravissima a piazzare un break di 7-0 che la riporta in vantaggio 50-53 quando mancano 4’ alla fine della terza frazione. Trapani col 4° punto di Mays si riporta sul -2 (54-56) ma la tripla di Navarini ricaccia indietro i granata (54-59).

4°Quarto. Frazione che si apre coi 2 liberi di Raivio ma la prima tripla di Mays (0/8 fino a quel momento) ricuce di poco lo strappo: 59-65 al 33’. Ancora un ottimo Martini però trascina gli ospiti al massimo vantaggio (+12) quando mancano poco più di 5’ alla fine del match. Trapani azzarda la zona subito battuta dalla tripla di Raivio (59-74 al 35’). Continua il trend positivo di Legnano che si porta addirittura sul +16 (62-78). Trapani non reagisce e Legnano dilaga: finisce 66-86.

Dichiarazioni in Sala Stampa

Mattia Ferrari (coach Europromotion Legnano): “Abbiamo giocato una grande partita. Siamo stati bravissimi nel non disunirci nei momenti di difficoltà e poi la nostra voglia di fare ci ha permesso di incrementare il vantaggio quando siamo riusciti a portarci avanti. Abbiamo fatto una partita eccelsa dal punto di vista difensivo e poi abbiamo trovato le nostre solite soluzioni offensive. Dopo la prima parte del match in cui non trovavamo le contromisure a Renzi, abbiamo deciso di attaccarlo provando a stancarlo, abbiamo ostruito l’area e lasciato spazio dal perimetro: la scelta alla fine ha pagato”.

Ugo Ducarello (coach Pallacanestro Trapani): “Non parlo della partita. Ho parlato col presidente a cui ho consegnato il mandato del mio incarico. La squadra ha bisogno di una scossa”.

Nicolò Basciano (general manager Pallacanestro Trapani): “Abbiamo bisogno di riflettere tutti molto. La decisione di Ugo dimostra quanto il coach sia attaccato alla squadra. Ci sono state delle difficoltà fin dal principio ma nessuno si aspettava un inizio così. Ciò che più ci dispiace è l’atteggiamento messo in campo dalla squadra che ritengo essere formata da ottimi giocatori e da uomini veri. Il fatto che non ci siamo mai allenati al completo non deve essere una giustificazione, tutti dobbiamo assumerci le nostre responsabilità. Dopo aver parlato con la squadra, con il presidente ed il vice presidente valuteremo, nel più breve tempo possibile, le decisioni da prendere”.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Pallacanestro Trapani

 

Commenta
(Visited 20 times, 1 visits today)

About The Author