Pallacanestro Cantù, le parole di coach Marco Sodini dopo il Trofeo Sant’Ambrogio

Quest’oggi la Pallacanestro Cantù è tornata in Lombardia, di rientro dalla Calabria dopo il “Trofeo Sant’Ambrogio”, disputatosi nell’affascinante “PalaCalafiore” di Reggio Calabria. Un torneo che ha visto i biancoblù scendere in campo due volte in due giorni, contro Leonessa Brescia prima e Orlandina Basket poi, chiudendo con una vittoria ed una sconfitta. Al ko di sabato sera contro i bresciani, la formazione di coach Kirill Bolshakov ha risposto con un successo perentorio, rifilando a Capo d’Orlando un convincente +21 (83-62) che è valso il primo sorriso nel precampionato 2017-2018.

«È stata un’ulteriore tappa di avvicinamento alla stagione regolare – racconta Marco Sodini, assistente allenatore di coach Bolshakov – è chiaro che in questo periodo le squadre hanno carichi di lavoro differenti perché hanno anche esigenze diverse, come è successo ad esempio all’Orlandina che deve giocare un preliminare di coppa tra 12 giorni». Coach Sodini valuta comunque il torneo di Reggio Calabria con positività: «Per noi è stato un test di buon livello, provante contro Brescia, sicuramente più pronta perché ha mantenuto l’ossatura dello scorso anno. Mentre Capo d’Orlando, anche se un po’ acerba, mi è sembrata una squadra profondamente intrigante, nuova e con tanti ragazzi giovani. Poi, bellissimo lo scenario del “PalaCalafiore”, nonostante non ci fosse tanta gente. Una nota a parte anche per la squisita ospitalità della famiglia Sant’Ambrogio».

Tuttavia, dal torneo calabrese la Pallacanestro Cantù si è portata con se anche qualche fastidio fisico: «Continuiamo ad avere problemi legati allo stato fisico dei giocatori – prosegue sempre Sodini – il mal di schiena di Crosariol non ci voleva, così come il problema al ginocchio di Thomas e l’infortunio alla caviglia di Raucci. Se abbiamo migliorato il settore guardie, ora ci ritroviamo un po’ corti dall’altra parte, nel settore lunghi. A questo bisogna aggiungere anche un piccolo infortunio inguinale a Parrillo, cose comunque tutte normali in questo periodo dell’anno. Ma avendo un roster corto, questi problemi ti condizionano il modo di giocare, sia nella prestazione complessiva che sotto il profilo fisico. Adesso aspettiamo le prossime partite, il rientro degli infortunati e l’inserimento di Burns, previsto in settimana, da qui cercheremo di fare ulteriori passi avanti». Il prossimo impegno è fissato per mercoledì sera, in terra veneta, dove i biancoblù scenderanno in campo contro la Scaligera Verona, formazione di Serie A2 allenata da coach Luca Dalmonte.

Fonte: sito uff. Pall. Cantù

Commenta
(Visited 56 times, 1 visits today)

About The Author