Pallacanestro Chieti all'esordio stagionale con buone sensazioni

Non male, dai, mi aspettavo qualcosa di meno” questo il commento lapidario e pragmatico di coach Galli, che fotografa lo stato dell’arte. Lavori in corso, qualcosa meno di due settimane di preparazione non danno certo garanzia di giudizio su questa squadra, ma l’impressione scaturita da questo primo scrimmage è comunque positiva. Parlare dei singoli risulta ancora un azzardo ed è prudente rimandare qualsiasi giudizio alle prossime occasioni ma complessivamente si avverte a tratti un’idea di gioco ancora embrionale quanto accattivante. Se si fa il paragone con la prima amichevole della scorsa stagione non c’è confronto, questa sera si è vista “tanta roba” e sii tenga conto inoltre che l’avversario di turno, Falconara, sta al campionato di B, dove è iscritta, come la stazza della corazzata Missouri nei confronti diquella di un peschereccio tunisino. I marchigiani, presentatisi privi dell’acciaccato ex di turno Micevic, non hanno badato a spese per mettere su un roster tutto qualità ed esperienza. Fossero supportati da due americani di sicuro lotterebbero in A2 per le posizioni di vertice.

Il primo quarto è tra tutti il più vero e il più bello. Pronti via e la Proger, che schiera a sorpresa nello starting five il giovane Vedovato al posto di Allegretti, parte a spron battuto. Difesa asfissiante e transizione e i primi 5’ di gioco recitano sul tabellone un 12-0 che tramortisce Falconara. Palle rubate, giochi a due, schiacciate stratosferiche di Armwood e il pubblico, piuttosto folto per un’amichevole, non lesina applausi e sorrisi compiaciuti. Entra Allegretti, Abbot colpisce dalla distanza e Galli prova con buoni risultati anche a giocare con tre piccoli. Play Piazza, mostra come marchio di fabbrica l’arma, ormai divenuta merce rara, di un arresto e tiro che muove a ricordo dei più vecchi i tempi belli di Iellini e Dodo Rusconi. Un occhio al tabellone e a 150” dalla sirena il risultato vede avanti i padroni di casa 22-7. Galli mette sul parquet anche baby De Martino, diciottenne amalfitano di 198 cm, che a dispetto di un viso timido e spaurito mostra numeri importanti e ai più inattesi. Sul finale Tessitore piazza due bombe che ricuciono un po’’ lo svantaggio ma che in nulla limitano la soddisfazione dei presenti. Applausi!

Punteggio azzerato e si riparte ma le tossine iniziano a rendere pesanti le teste e le gambe delle Furie. D’altro canto continuare nell’eretismo podistico dei primi 10’ sarebbe stato folle. Cala la tensione difensiva e gli esperti marchigiani iniziano con mestiere a randellare in difesa. Gli arbitri tollerano e Falconara risale fino al 13-7, mantenendo poi un margine oscillante tra i 5 e i 7 punti. Allegretti, giocatore vero. mostra sprazzi della sua classe cristallina e in chiusura con due triple riporta sotto i suoi sul 19-23.

Il caldo e la fatica si fanno sentire sempre di più, non mancano gli errori, tutti giustificabili, ma la Proger torna in cattedra, mostrandosi sempre applicata e dentro la partita. Emerge qui e là qualche durezza di troppo, sempre tollerata da due arbitri in rodaggio quanto e più delle due squadre. Il terzo quarto se lo aggiudica la Proger, sempre avanti nel punteggio per tutti i dieci minuti effettivi.

Nell’ultima frazione la Proger riparte con un 9-0, frutto anche questa volta della dedizione difensiva e del contropiede, Di benzina ne resta però poca e i marchigiani rimontano fino al 9-8. Nuovo strappo in avanti di Chieti con Vedovato in transizione e con Monaldi finalmente da tre. nel finale Coach Galli si affida alle mani sapienti di Abbott e Piazza per aggiudicarsi anche l’ultima frazione sul 23-16.

Sabato si replica a Jesi con una pari categoria, il cammino di preparazione continua ed è ancora tanto lontana sembra la data del 4 ottobre, prima giornata di campionato quando proprio i marchigiani verranno a far visita alle Furie. Domenica alle ore 20.00, invece, si offre l’occasione per stringersi intorno alla squadra biancorossa che si presenterà ai tifosi nello scenario rinnovato ed elegante di Palazzo Lepri. Un modo genuino e simpatico per far crescere il legame e l’attaccamento di Chieti a questi ragazzi. Lo meritano, obbligatorio esserci!

PROGER CHIETI – FALCONARA 87 – 71 (24-15, 19-23, 21-17, 23-16)

CHIETI: Abbott 16 , Piazza 8, Allegretti 13, Marchetti, Sipala 1, Piccoli 3, Vedovato 9, Sergio 8, Monaldi 8, Armwood 12 , De Martino 8, Coach: M. Galli.

FALCONARA: Alessandri, Tessitori, Eliantonio, Maganza, Di Vicaro, Ruini, Battagli, Wete, Renna, Pozzetti, Sebastianelli. Coach: Ceccarelli.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author