Pallacanestro Crema, buona prova a Lecco ma arriva la prima sconfitta

Arriva la prima sconfitta per la Pallacanestro Crema, che sul difficile parquet di Lecco cede solo nell’ultima frazione I padroni di casa, dopo un incontro combattuto e ben giocato.
I rosanero cremaschi si trovano ora nel gruppo che insegue al secondo posto della graduatoria la capolista Cento, dopo essere stata raggiunta da Piacenza e da Padova, prossima avversaria al PalaCremonesi.
Dopo la tripla di Cacace in apertura, Crema appare più tonica e pronta al match, rispetto ai blasonati avversari.
L’ex di turno Peroni inizia, ben spalleggiato da Paolin, il proprio personale tiro al bersaglio, che lo porterà a mettere a referto ben 24 punti.
Lecco fatica a leggere la difesa cremasca e così i biancazzurri locali si fermano a soli 14 punti nel primo quarto, con Crema avanti di 4 lunghezze.
L’inizio della seconda frazione è un incubo per il team di Meneguzzo, che mette a segno solamente tre punti in quattro minuti e vede gli avversari arrivare al massimo vantaggio sul 30 a 17.
È una tripla del solito positivo Quartieri a scuotere la Gimar, che spinge con forza ed infila un parziale di 14/0, nel quale Balanzoni fa la parte del leone, che porta i padroni di casa per la prima volta in vantaggio sul 38 a 36.
I problemi di falli di Poggi ingigantiscono il gap sotto le plance, tanto che il computo complessivo dei rimbalzi sarà alla fine favorevole a Lecco per 41 a 28.
Quando la Gimar sembra poter far sua la partita viene fuori il proverbiale carattere di Crema. I ragazzi di Salieri risalgono dal -8  e si riportano in vantaggio un attimo prima della sirena che chiude il terzo quarto, grazie ad un tiro di Paolin allo scadere.
L’ultima frazione vede spezzarsi l’equilibrio dopo circa tre minuti di gioco.
Lecco raccoglie i frutti della maggior profondità della propria panchina, i riflessi dei cremaschi sono maggiormente appannati dalla fatica ed i padroni di casa piazzano l’allungo decisivo.
Sono Cacace, Spera e Balanzoni a chiudere il match sul punteggio di 73 a 66.
Per Crema una buona prestazione, che però non ha fruttato punti.
Il rammarico per l’occasione perduta nelle parole di Salieri:”Abbiamo disputato una partita davvero gagliarda, con grande applicazione in difesa. La squadra mi è piaciuta e questa partita giocata a testa alta sul campo di una delle big del torneo ci deve dare ancora più carica e autostima. Abbiamo comandato con autorità nella prima parte e reagito con orgoglio e carattere poi, rimettendo ancora la testa avanti nel finale. Per vincere queste partite con squadre più forti serve però di più.
Tutti devono dare un contributo e oggi così non è stato. Abbiamo commesso troppi errori da sotto e non abbiamo sfruttato i pochi liberi che ci hanno permesso di tirare. In un match equilibrato come è stato questo sono errori che pesano e non poco.”
Non tutti i ragazzi sono già pronti ad avere il giusto atteggiamento e devono sfacciarsi quanto prima. Siamo ancora troppo teneri!”
Domenica al PalaCremonesi primo scontro-spartiacque contro la pari classifica Padova.

 

 

 

fonte: ufficio stampa Pallacanestro Crema

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author