Pallacanestro Mantovana, un altro arrivo: accordo con Lorenzo Gergati

La Pallacanestro Mantovana è lieta di comunicare di aver raggiunto un accordo per la stagione 2015/16 con il play/guardia Lorenzo Gergati.
Nato a Varese il 31 ottobre 1984, altezza 188 cm., è stato presentato a sorpresa nella giornata di ieri insieme ai suoi nuovi compagni Amici e Ndoja.
Cresciuto nelle giovanili della Pallacanestro Varese, muove i primi passi tra i professionisti con le divisa di Vigevano in Serie B.
Dal 2004 al 2006 milita due anni nella massima serie con Biella mentre nella stagione 2006/07 è a Pavia dove ad inizio stagione è allenato da coach Martelossi e perde la finale playoff per la promozione in Serie A.
Nel 2007/08 gioca a Lumezzane, in Serie B1, dove raggiunge la semifinale playoff.
Nella stagione 2008/09 torna a vestire i colori di Varese in Legadue, dove conquista la prima posizione in campionato e la promozione in Serie A; in quella successiva viene confermato nella sua città natale dove disputa il massimo campionato italiano.
Le successive due stagioni (dal 2010 al 2012) passa alla Leonessa Brescia; nel primo campionato vince i playoff promozione della Serie A Dilettanti e nel successivo disputa il campionato di Legadue.
Terminata l’esperienza bresciana inizia quella torinese che dura ben tre anni. Nel 2012/13 Torino è prima in DNA e conquista l’A2 Gold, nel 2013/14 con i piemontesi arriva 5° in A2 Gold ed arriva alle semifinali playoff mentre nell’ultima stagione conquista la sua ennesima promozione portando la Manital Torino in Serie A dopo il 3° posto conquistato in stagione regolare.
Lorenzo ha chiuso la ultima stagione regolare di A2 Gold con 6.5 punti, 1.7 rimbalzi e 1.2 assist in 19.17 minuti di media a partita.

Ecco le parole del nuov biancorosso Lorenzo Gergati durante la conferenza stampa di ieri: “Cosa mi ha portato a Mantova? Semplice, la voglia di vincere! Il progetto di fare qualcosa di vincente. Ovunque sono stato ho sempre giocato solo per vincere. Ho sempre seguito la storia della società Pallacanestro Mantovana e mi è sempre piaciuta per come si evolveva e cresceva. Quando quest’anno parlavo col mio procuratore sulle varie possibilità, ho detto subito Mantova! Ero sicurissimo di voler venire qui a giocare!”

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author