Pallacanestro Palestrina, vittoria di rimonta contro Luiss Roma

LUISS: Faragalli 8, De Dominicis, Chiatti 10, Faccenda, Ramenghi 14, Beretta 10, Marcon 13, Rambaldi 9, Miriello 3, Gorrieri 1. All. Paccarie’
PALESTRINA: Bisconti 12, Rischia 19, Rossi 24, Molinari 5, Pecetta 2, Pierangeli ne, Brenda 5, Gagliardo 8, Stirpe ne, Pozzi 3. All. Lulli
Parziali: 30-19, 44-36, 51-55

Citysightseeing nella tana della Luiss, campo storicamente ostico per la formazione prenestina. Un inizio di gara all’insegna dell’equilibrio, vantaggio romano e risposta di Bisconti, poi tripla di Rischia e pari Luiss: 5-5. Entra nel match Pozzi ma il botta e risposta continua fino al 12-12 che segna l’avvio dell’allungo dei locali. In attacco gli universitari riversano tutta la propria energia con tre schiacciate, l’ultima delle quali di Marcon costringe Lulli al time-out. Si torna in campo ma altri cinque punti in fila portano il punteggio sul 24-14. Molle la difesa prenestina che vede sempre scappar via il diretto avversario, rimbalzi in quantità per i biancoblu che danno l’impressione di poter scappare. Beretta firma l’ultimo minuto portando il parziale sul 30-19. Lulli è furibondo per quanto concesso, e solo ora Palestrina inizia lentamente a serrare le fila. In questo modo pur non eccellendo in attacco gli ospiti riescono a restare in vita, con la Luiss lontana parente di quella vista finora al tiro. Gagliardo gioca solo questo periodo ma è fondamentale facendo valere la propria tecnica contro avversari come Ramenghi e Beretta, in sofferenza e già carichi di falli. Gli universitari infatti fanno sentire il fiato sul collo ma pagano l’eccessiva pressione con fischi che mandano in lunetta Palestrina. Sul massimo sforzo si torna a a -6, ma il distacco non si rimargina mai del tutto andando negli spogliatoi sul 44-36 grazie all’ultimo guizzo di Gagliardo.
Palestrina gioca ora col cuore, costretta a ruotare solo cinque elementi, visto l’infortunio di Pozzi e Gagliardo che non rientrerà a sua volta sul parquet. Con le note assenze di Pierangeli e Stirpe è Pecetta a dare una mano decisiva alla rimonta arancio verde, in un terzo periodo avaro di emozioni. La tripla di Faragalli dopo tre minuti di gioco riporta il gap sulla doppia cifra, ma Brenda suona la carica con un canestro e fallo. La difesa ospite fa la differenza in questo momento, pur fallendo qualche libero di troppo Palestrina si rimette in scia e agguanta il pareggio proprio con Pecetta su assist di Bisconti. Rossi poi completa il sorpasso in contropiede e l’inerzia si sposta completamente dalla sponda Citysightseeing. Molinari certifica la fuga allo scadere ma è Rossi ad uccidere le speranze Luiss con un inizio di ultima frazione mortifero. Il nr.8 fin qui quasi a secco sfodera una serie di tiri incredibili che spaccano letteralmente in due la partita: quattro bombe terrificanti e una penetrazione che valgono il 51-69. A sei minuti dalla fine traspare un senso di resa di fronte al secondo tempo arancio verde, e infatti pur rosicchiando qualcosa la Luiss non può evitare la sconfitta. Bomba finale di tabella per Miriello e tabellone che dice 68-78. Palestrina s’impone in rimonta in una situazione di grossa emergenza denotando ancora una volta tanto carattere.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author