Pallacanestro Trapani, arriva Gabriele Ganeto

Gabriele Ganeto è un atleta della Pallacanestro Trapani. Domani, il nuovo innesto granata parteciperà alla conferenza di presentazione della campagna abbonamenti, che si terrà alle 16.30 presso lo stabilimento balneare Lido Paradiso. L’evento sarà strutturato in due fasi: all’inizio interverranno proprio Gabriele Ganeto e il coach Ugo Ducarello, mentre nella seconda parte l’amministratore delegato Julio Trovato e il responsabile commerciale Andrea Agazzani illustreranno nel dettaglio come si svolgerà la campagna abbonamenti della Pallacanestro Trapani per la stagione 2015/16. Entrambi i momenti sono intesi come a beneficio dell’intera città, pertanto si invitano a partecipare tutti i colleghi di carta stampata, televisione, radio e web, ma anche i tifosi e gli appassionati.

GABRIELE GANETO

Ala di 200 cm, Gabriele Ganeto possiede le caratteristiche che servivano al coach Ugo Ducarello per completare il gruppo dei “senior” italiani. Si tratta di un giocatore di grandi impatto fisico e duttilità tattica, che partirà presumibilmente lontano da canestro, ma che, all’occorrenza, potrà giocare dei minuti importanti anche come lungo atipico. Nell’ultima stagione ha vestito la maglia di Napoli, in A2 Gold.

SCHEDA

Gabriele Ganeto è nato a Torino il 23/07/1987. Mossi i primissimi passi nel mondo del basket a Venaria, si trasferisce presto a Biella, dove esordisce in Serie A e rimane per quasi 4 anni. In seguito, vive in rapida successione diverse esperienze che ne fanno un giocatore estremamente navigato, nonostante la giovane età. A inizio 2007 passa alla Junior Casale Monferrato, nel secondo campionato nazionale, poi alla Pallacanestro Lago Maggiore, stavolta in B1. Dal 2008 al 2010 è un giocatore della Pallacanestro Vigevano, con cui conquista una storica promozione in Legadue e, l’anno seguente, i play-off per accedere alla Serie A. Il rendimento di Ganeto è costantemente crescente, al punto che addirittura l’Olimpia Milano gli offre un contratto pluriennale. L’esperienza milanese, alla fine, dura per la singola annata 2010/11, prima del passaggio a Varese, dove disputa un’altra stagione in Serie A e conosce Matteo Jemoli, all’epoca già assistente allenatore della società lombarda. Per il campionato successivo scende di categoria e si trasferisce a Verona, che lo ingaggia come uno dei colpi di prestigio del proprio mercato. Nel 2013, sempre nella seconda lega nazionale, Ganeto vive un anno a Barcellona Pozzo di Gotto e raggiunge i play-off, insieme a Ugo Ducarello e Demián Filloy. L’ultima stagione ha vestito la maglia di Napoli, disputando una stagione che lo ha visto chiudere con una media di 10 punti e 6.5 rimbalzi nelle 22 partite giocate, tirando con il 52% da 2 e il 30% da 3.

CURIOSITA’

E’ iscritto all’Università di Torino, dove aspira a conseguire la laurea in Scienze Politiche e Studi Internazionali. Nel tempo libero, dunque, spesso è costretto a rimanere a studiare. Ama viaggiare, soprattutto nelle località balneari, ma non dimentica mai di portare con sé un libro, in quanto la lettura è un’altra sua grande passione. Gli piace cucinare, ma non nega di essere soprattutto una buona forchetta.

Gabriele Ganeto (ala Pallacanestro Trapani): “L’anno scorso ho vissuto un’esperienza tribolata, dal punto di vista emotivo, a Napoli, che sono comunque felice di aver portato a termine. Lo strascico dell’ultimo campionato mi dà grande energia e voglia di iniziare il prima possibile. Mi auguro sia una stagione felice, ma credo che i presupposti ci siano davvero tutti. Ho un ottimo ricordo della Sicilia, dalla mia esperienza a Barcellona Pozzo di Gotto, e questo costituirà un elemento importante per integrarmi nel migliore dei modi a Trapani. Dal punto di vista tecnico, conosco bene Ugo Ducarello e credo sia davvero un ottimo coach. Inoltre, la squadra che si sta formando è giovane e divertente: insomma, ci sono gli ingredienti per fare bene e non vedo l’ora di tuffarmi in questa nuova stagione”.

Ugo Ducarello (coach Pallacanestro Trapani): “Ottimo difensore, Gabriele Ganeto è uno che non si tira mai indietro e ha sempre voglia di lottare. E’ un giocatore che stimo molto e che fin dal giorno del mio arrivo a Trapani ha subito mostrato il desiderio di vestire la maglia granata. Non è un mistero che sia stato vicino ad accasarsi con altre squadre, né che noi abbiamo valutato la possibilità di ingaggiare anche altri atleti nel suo ruolo, ma alla fine le sue enormi doti umane, la sua versatilità tattica e la sua grinta mi rendono felice che sia entrato a far parte del nostro roster. Sarà un elemento molto importante nei nostri equilibri”.

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author