Pallacanestro Trapani, coach Ducarello: "Casale è un'ottima squadra, non abbiamo alibi o scuse"

Si è svolta ieri, a partire dalle ore 17.00, presso la sala stampa Cacco Benvenuti del Pala Conad, la consueta conferenza stampa pre-gara. E’ stata presentata la partita contro la Novipiù Casale Monferrato, valida per la diciannovesima giornata della Serie A2 Citroën girone Ovest. Hanno risposto alle domande dei giornalisti presenti il general manager della Pallacanestro Trapani Nicolò Basciano e coach Ugo Ducarello.

Nicolò Basciano: «Mi premeva essere presente a questa conferenza poiché volevo essere io a comunicarvi la situazione di Tommasini. Claudio, dopo la partita in casa contro Roma, ha sofferto un riacutizzarsi del problema alla spalla patito circa un mese fa. Da allora clinicamente stava bene ma giocava sul dolore; oggi la cosa che ci preme di più è la salute del giocatore e quindi abbiamo optato, assieme al giocatore, per un periodo di riposo. E’ chiaro che Tavernelli non è ancora al meglio e ciò ci porta ad essere molto vigili sul mercato; giocatori come Marchetti e Parente sono validi giocatori che ci sono stati proposti ma vanno valutate tante cose, non ultima la volontà degli atleti di sottoscrivere contratti lunghi. E’ chiaro che le situazioni si muovono ad incastro e quindi dovremo anche attenzionare le mosse delle altre squadre. Prima di fare un investimento importante bisogna valutare quali sono i propri obbiettivi, è chiaro che la struttura del campionato, con una sola promozione, non invoglia a fare investimenti molto onerosi: questa sera ci sarà una riunione chiarificatrice tra Lega e Federazione; la prima ha già espresso la sua richiesta di portare a 2 le promozioni per la prossima stagione, vedremo cosa risponderà la FIP».

Ugo Ducarello: «E’ vero che abbiamo fatto una lista con una serie di nomi ma è molto approssimativa, nel mercato di riparazione non trovi mai il giocatore perfetto. La priorità è comunque quella di trovare un giocatore che possa dare ossigeno al nostro reparto esterni. Stiamo facendo le giuste valutazioni e Nicolò è costantemente in contatto coi procuratori, vedremo se riusciremo a smuovere qualcosa. Nikolic per Casale è un buon innesto, loro sono una squadra dura che fa giocare male gli avversari, hanno una difesa molto alta e presseranno sui nostri play provando a metterci in difficoltà. Noi, così come fatto contro Legnano, dovremo pensare a noi stessi e provare ad imporre il nostro gioco. Il fatto che abbiamo tante problematiche fisiche non deve essere un alibi, dobbiamo provarci fino alla fine, cercando di vincere la partita davanti ai nostri tifosi. La mia visione della pallacanestro prevede che in casa bisogna fare una partita aggressiva, a Legnano abbiamo fatto 40 minuti di zona ma tra le mura amiche deve prevalere l’energia, con la certezza che il pubblico ci starà molto vicino e ci darà una grossa mano».

Commenta
(Visited 44 times, 1 visits today)

About The Author