Pallacanestro Trapani, vittoria nel derby amichevole contro Agrigento

Fortitudo Agrigento – Pallacanestro Trapani (22-20; 13-22; 16-20; 22-19)

Fortitudo Agrigento: Martin 25, Evangelisti 14, Chiarastella 12, De Laurentis 1, Saccaggi 8, Morciano 2, Visentin 5, Eatherton 6, Tartaglia ne, Cuffaro ne. All. Ciani.

Pallacanestro Trapani: Renzi 17, Tommasini 5, Gloria, Ganeto 8, Viglianisi 10, Filloy 12, Griffin 29, Chessa ne, Molteni ne, Costadura ne, Fontana ne. All. Ducarello

AGRIGENTO. Arrivano dei segnali molto positivi dal secondo test stagionale della Pallacanestro Trapani. Al Pala Moncada di Porto Empedocle, infatti, i granata affrontano con coraggio e tengono bene testa alla Fortitudo padrona di casa, che ha mantenuto quasi intatto il nucleo in grado di condurla, l’anno scorso, fino alla finale per la promozione. Due assenti per parte: Piazza e Vai per coach Ciani, Mays e Chessa (quest’ultimo in dubbio fino all’ultimo per un affaticamento muscolare e alla fine non rischiato) per Ducarello. Il protagonista dell’avvio di gara è senza dubbio Griffin, che segna tutti i primi 6 punti del match. Evangelisti e compagni fanno fatica a trovare la giusta fluidità offensiva (il loro primo canestro dal campo arriva al 5’), mentre Trapani alterna bene le soluzioni proposte e si porta avanti (3-13, sempre al 5’). Ma la reazione della Fortitudo arriva presto e lo scarto si riduce immediatamente. Con l’ingresso in campo di Filloy Trapani trova nuova linfa e riesce a rimanere in vantaggio, prima che la squadra di Ciani trovi definitivamente il ritmo, riportando la sfida in assoluta parità (20-20 al 9’) e chiudendo la frazione addirittura in testa. Come accaduto nella prima partita stagionale, a Palermo, anche oggi i due coach decidono di azzerare il punteggio alla fine di ogni quarto, confermando lo spirito amichevole dell’incontro. Il secondo periodo si vive sul filo dell’equilibrio, tra due formazioni che mostrano anche un’apprezzabile qualità di gioco. Sono l’aggressività di Ganeto e di nuovo la prolificità di Griffin a far pendere lievemente la bilancia dal lato granata (6-12 al 5’ del periodo). Ci mette del suo anche Renzi, limitando il tentativo di rimonta agrigentino e permettendo a Trapani di aggiudicarsi il parziale. Non cala l’intensità e gli attacchi rimangono efficaci al rientro in campo. Tommasini orchestra alla perfezione i possessi granata e Renzi continua a fare la voce grossa, mentre Agrigento punisce di rimessa. Ciani ordina ai suoi anche qualche minuto di difesa a zona, ma il quintetto trapanese non si disunisce. Torna sul parquet Griffin e si fa sentire immediatamente, realizzando due bombe consecutive. Viglianisi è utilissimo a rimbalzo d’attacco e Tommasini dimostra di saper graffiare in difesa: anche il terzo quarto è granata. Si torna a giocare e Griffin non si ferma, risultando il vero e proprio mattatore della serata. La Fortitudo ha un fremito d’orgoglio e si porta in vantaggio con carattere e due schiacciate di Martin, ma Ganeto risponde colpo su colpo, così che la contesa rimane combattuta fino agli ultimi istanti. Con due liberi di Renzi, Trapani riesce persino a portarsi in vantaggio, prima che Agrigento piazzi la zampata che le consente di aggiudicarsi la frazione. Ma è un dispiacere assolutamente dolce: non tanto perché, per quanto conta, la Pallacanestro Trapani vince nel conto complessivo dei punti, quanto perché i progressi mostrati sotto il piano del gioco e della coralità sono stati assolutamente lampanti. Senza dubbio un bel passo in avanti per la truppa di coach Ducarello, che ritornerà in campo già sabato, a Patti, per il test contro la Viola Reggio Calabria.

Matteo Jemoli (assistant coach Pallacanestro Trapani): “Quello di ieri è stato un test positivo. Abbiamo espresso una buona pallacanestro, anche considerando che le nostre rotazioni erano limitate dalle assenze di Mays e Chessa. Siamo riusciti a mettere in pratica nel modo giusto ciò che proviamo in allenamento durante la settimana. Tutti i giocatori hanno mostrato un ottimo atteggiamento. Evidentemente non siamo appagati, perché dobbiamo aggiustare ancora tantissimi aspetti del nostro gioco, ma questo è il motivo per il quale continueremo a lavorare con intensità e impegno. Dopodomani sarà di nuovo il momento di tornare in campo e ci aspettiamo tutti di aggiungere un altro tassello alla nostra preparazione al campionato”.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author