Pallacanestro Trieste corsara a Ferrara

Un passo fondamentale verso la salvezza: è questo ciò che si regala l’Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste nella 23°giornata di campionato in serie A2 Est, sbancando il parquet del “Pala Hilton Pharma”. Dopo il successo nel turno infrasettimanale contro la Proger Chieti, la formazione biancorossa trova infatti due punti in trasferta sul campo della Bondi: il 74-83, punteggio col quale la squadra allenata da Eugenio Dalmasson si impone su Ferrara, consente ai giuliani di portarsi anche sul 2-0 nel computo degli scontri diretti contro il team di coach Morea. 

Perfetto equilibrio dopo 120 secondi di gara tra le due formazioni (4-4): con Bucci già ben ispirato dal perimetro, la Bondi trova cinque punti di vantaggio al 3’. Trieste torna subito a contatto con la tripla di Pecile e il canestro in pitturato di Parks, mettendo la testa avanti al 6’ grazie alla realizzazione pesante di Nelson (11-12). L’Alma fa successivamente fatica in difesa, subendo due “2+1”da parte di Brkic: gli estensi vanno provvisoriamente sul +5 a due minuti dalla fine del primo quarto, guadagnando sino a sette lunghezze di margine grazie a Soloperto. Con Trieste in difficoltà specie in ambito difensivo, il punteggio sorride alla Bondi sulla prima sirena, avanti per 23-17.

Dopo essere andata sotto anche di otto punti, l’Alma trova un buon parziale per riportarsi a contatto di Ferrara: sono Nelson e Parks gli artefici del -2 al 13’ (25-23), con un ulteriore piccolo parziale esterno che regala la parità a Trieste a metà della seconda frazione (28-28). Losi si accende dalla lunga distanza con una tripla, mentre l’anti-sportivo sanzionato a Coronica, il 2/2 di Rush in lunetta e la “bomba” di Bucci riportano avanti Ferrara a 180 secondi dalla pausa lunga (36-30). Anche se l’inerzia del match sembra essere nelle mani dei padroni di casa, una buona difesa negli istanti conclusivi di frazione e i punti di Parks (17 per lui già a metà gara) consentono a Trieste di chiudere a -4 al 20′, sul 38-34.

L’Alma riparte alla grande nel terzo quarto, ancora sospinta da Jordan Parks: +1 Trieste sulla bomba di “Picasso”, con Rush sul lato estense a rimettere la Bondi avanti di due lunghezze prima della tripla dall’angolo di Losi (49-44). In questa fase gli ospiti dimostrano tuttavia di essere maggiormente sul match, nuovamente condotti in attacco da Parks (abile a segnare anche dalla lunga distanza). I biancorossi infilano un primo break al 27’ (51-55), andando poi sul +9 col 2+1 di Nelson e con una tripla a fil di sirena dei 24’’ di Bossi (52-61). Per qualche minuto Ferrara segna solo dalla linea di tiro libero, Trieste trova invece la doppia cifra di gap ancora con Bossi, chiudendo poi a +8 sulla terza sirena.

Si segna poco sul parquet del “Pala Hilton Pharma” a inizio di ultimo quarto: una tripla a testa per Landi e Bucci precedono il +10 esterno firmato da una schiacciata di Parks (59-69). Da quel momento in poi la Bondi è costretta a inseguire sino alla fine, con l’Alma che rischia un po’ sino a 2’20’’ dal termine, quando il coast-to-coast di Rush permette a Ferrara di andare a -5 (67-72). Saranno tre tiri liberi segnati da Nelson e una successiva “bomba” di Landi a ridare la doppia cifra di vantaggio ai biancorossi nell’ultimo minuto di partita: Trieste gestisce con intelligenza i secondi finali, chiudendo la contesa con sufficiente tranquillità per la conquista di una vittoria di platino che la pone a +10 dal terz’ultimo posto in classifica.



Bondi Ferrara-Alma Agenzia per il Lavoro Trieste 74-83 (23-17, 38-34, 56-64)

Bondi Ferrara: Rush 22, Guarino 3, Bucci 21, Losi 7, Brighi ne, Salafia, Henderson 4, Ferrara ne, Cacace ne, Ghirelli ne, Soloperto 7, Brkic 10. All.Morea

Alma Agenzia per il Lavoro Trieste: Parks 33, Bossi 6, Coronica, E.Gobbato, Nelson 22, Donda ne, Pecile 7, Baldasso, Landi 5, Prandin 10, Pipitone, Canavesi. All. Dalmasson

 

Alessandro Asta

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author