Pallacanestro Trieste travolge Roseto

L’inizio di 2016 è a dir poco spumeggiante per la Pallacanestro Trieste 2004, che bagna la “prima” assoluta del main sponsor Alma-Agenzia per il Lavoro con una netta vittoria ai danni della Mec-Energy Roseto. Il 103-71 è frutto di una gara ben interpretata dai biancorossi di coach Eugenio Dalmasson, sia in attacco che in difesa, sospinti quest’oggi dai 3.030 spettatori presenti al palazzo dello sport “Cesare Rubini” di Valmaura, nonostante la giornata poco felice in ambito meteo.

Gli ospiti partono contratti già dopo la palla a due, subendo un brusco 6-0 di parziale in proprio sfavore dopo meno di due minuti. Con Zahariev in penetrazione a rispondere al 2/2 di Weaver in lunetta, l’Alma Trieste gestisce successivamente un paio di possessi di vantaggio, sfruttando la buona lena offensiva di Prandin (5 punti di fila). Nonostante la fisicità di Roseto si faccia sentire con due schiacciate di Bryan e Weaver, i padroni di casa vanno sul +11 grazie alla tripla di Parks al 9’ (26-15), con un gap che si assottiglia leggermente sul +9 nel finale di frazione sul canestro realizzato da Allen.

Trieste si carica di falli a inizio di secondo periodo: sono già 3 le penalità fischiate nel primo minuto e mezzo, con i giuliani successivamente in bonus trenta secondi più tardi. Due canestri consecutivi di Allen riportano la Mec-Energy a contatto con l’Alma (30-26 al 14’), qualche istante più tardi anche a -2 dopo i liberi imbucati da Marulli: la partita sembra rimettersi sui binari dell’equilibrio, prima di un prepotente ritorno di fiamma biancorosso nei 120 secondi successivi. Due punti di Prandin, un libero segnato da Pecile e la “bomba” di Zahariev consentono a Trieste di riallungare sul 38-30, sino al successivo +10 firmato dal “Pec”: il finale di quarto è in crescendo per i padroni di casa grazie a capitan Coronica, autore di quattro punti di fila (ma gravato di tre falli a metà gara). L’Alma-Agenzia per il Lavoro ritrova completamente l’inerzia in mano sul 48-35 del 20’, ripartendo di slancio dopo la pausa lunga con un positivo Aristide Landi (7 punti immediati a inizio di terzo quarto). Il 2+1 di Parks lancia Trieste sul +21 al 23’ (60-39), la Mec-Energy prova a rimettersi in carreggiata con 7 punti di fila di Weaver ma è ancora Landi a riaprire la scatola difensiva rosetana. Prima un piazzato dalla media distanza, poi un canestro dai 6 metri e 75: l’Alma-Agenzia per il Lavoro torna in un attimo sul +21 al 27’, chiudendo poi con venti punti di margine al 30’.

Nell’ultimo quarto Trieste chiude rapidamente la pratica: con Zahariev grande protagonista a inizio di frazione (due triple di fila), i giuliani allungano definitivamente nel punteggio: dal +24 interno firmato da Baldasso, la Mec-Energy è costretta anzitempo a issare bandiera bianca, infilata in paio di occasioni da Parks (top-scorer dell’incontro) e ancora una volta da Landi. E’ proprio una tripla di quest’ultimo a far raggiungere quota 100 ai biancorossi, in un finale di partita dove anche i giovanissimi Ferraro e De Marchi (quest’ultimo a segno negli istanti conclusivi del match) vengono mandati sul parquet, a coronamento di una splendida domenica a tinte biancorosse.

Con la vittoria odierna, l’Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste chiude la prima parte di regular season al 9°posto in classifica con 14 punti all’attivo in classifica – in coabitazione con la Remer Treviglio – allungando il margine di vantaggio sugli ultimi due posti della graduatoria del girone Est.

— 

Pallacanestro Trieste 2004 – Mec-Energy Roseto 103-71 (26-17, 48-35, 74-54)

Pallacanestro Trieste 2004: Jordan Parks 27 (9/14, 1/1), Stefano Bossi 1 (0/1, 0/2), Andrea Coronica 6 (2/3 da due), Iacopo Demarchi 2 (1/1 da due), Massimiliano Ferraro, Andrea Pecile 8 (2/5 da due), Lorenzo Baldasso 8 (1/1, 2/4), Aristide Landi 20 (4/9, 3/7), Roberto Prandin 9 (3/8, 1/1), Vincenzo Pipitone 1), Matteo Canavesi 2 (1/1 da due), Hristo Zahariev 19 (5/9, 3/7)

Tiri Liberi: 17/24 – Rimbalzi: 43 27+16 (Aristide Landi 13) – Assist: 21 (Stefano Bossi 6)

Mec-Energy Roseto: Bryon Allen 16 (5/11, 1/4), Jacopo Borra 5 (2/3, 0/1), Innocenzo Ferraro 7 (1/2, 1/2), Francesco Papa, Pierpaolo Marini 2 (0/6, 0/1), Gianmarco Mariani, Riccardo Trevisan 2 (1/2 da due), Sylvere Bryan 4 (2/5 da due), Roberto Marulli 9 (1/3, 1/1), Yankiel Moreno 2 (0/1, 0/1), Kyle Weaver 24 (7/11, 1/2)

Tiri Liberi: 21/32 – Rimbalzi: 36 25+11 (Sylvere Bryan 7) – Assist: 10 (Roberto Marulli 3) – Cinque Falli: Yankiel Moreno

Arbitri: Borgo, Migotto, Del Greco.


Alessandro Asta
Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author