Pallacanestro Vigarano, arriva Battipaglia

Ultima gara prima della sosta di una settimana in concomitanza con l’attività del Settore Squadre Nazionali che vedrà l’Italia Senior di Andrea Capobianco in raduno a Lucca dal 15 al 26 novembre p.v.

Per la Meccanica NOVA Vigarano una gara importantissima, unica squadra ancora bloccata a quota zero, le biancorosse ospitano la Givova Convergenze Battipaglia nell’anticipo di domani sera con palla a due alle ore 20.30 al PalaVigarano.

Entrambe le formazioni arrivano all’appuntamento in forte deficit di classifica (0v-6p Vigarano, 1v-5p Battipaglia) chiamate entrambe a muovere la classifica dopo l’avvio di stagione avaro di vittorie. Vigarano vuole mettersi alle spalle il mese “terribile” fatto di un calendario complicato e di un’infermeria sempre in codice rosso.

La squadra ha lavorato bene in settimana, senza particolari problemi. Ancora fuori Capoferri che avrà semaforo verde solo da inizio settimana, sfruttando la settimana di stop per recuperare condizione e feeling con il campo e le compagne. Il doppio infortunio alla spalla non ha aiutato la guarda cremasca, imponendo un nuovo stop nella gara di Ragusa, quella del rientro. Lavora forte anche Jomanda Rosier, le previsioni parlano sempre di 2016, ma potrebbero esserci novità positive anche prima, di certo l’ala forlivese non si stà risparmiando e si avvicina l’esordio sul parquet di gioco ogni giorno di più.

Coach Savini e lo staff tecnico avranno a disposizione quindi nuovamente le “dieci” di Umbertide, gara da cui bisognerà prendere la reazione di inizio ripresa che aveva portato le biancorosse sino al -4, recuperando il disavanzo della prima frazione, in un blackout offensivo che dopo il buon avvio (5-0) ha indirizzato l’andamento della gara.
Battipaglia è una formazione altrettanto giovane, ma di talento, che ha faticato a trovare risultati in questo inizio proprio come la Meccanica NOVA, con un solo successo casalingo con Sesto S.G. (84-59) due settimane or sono, mentre nel turno precedente è arrivato un Ko a San Martino (65-58).

In panchina troviamo coach Massimo Riga, mentre ex di turno è Valentina Bonasia (play, 1994) che in questo avvio di campionato ha faticato parecchio, anche per via delle non ottimali condizioni fisiche (3,0pt in 23’ con il 30%). Doppia cifra per Tagliamento (12,3) ma che difficilmente potrà essere della contesa per i problemi a una mano riportati nell’ultimo turno. Ecco allora che i pericoli maggiori arrivano vicino a canestro con la coppia di colore Treffers (ala/pivot, 1994) da 12pt e il 61% al tiro e Gray (pivot, 1993) in doppia doppia 13,5 + 10,3.

Tante le giovani di talento come Orazzo, Trimboli, Ramò, Russo, Andrè, Costa, tutte nel giro delle nazionali giovanili e con esperienza ormai diffusa di Serie A, chiamate a una crescita ulteriore.

Per Vigarano, pochi calcoli e una sola certezza: serve una vittoria e bisognerà fare di tutto (e di più) per provarci, sfruttando poi la sosta per allenarsi forte e preparare il rush finale nel girone di andata, con fiducia e determinazione, per nulla rassegnati, ma pronti ad invertire la rotta con tutte le forze…

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author