Pallacanestro Vigarano: il punto della situazione a metà della preparazione

Si è chiusa la terza settimana di attività a preparazione della stagione 2015/2016, metà esatta del ciclo di lavoro che porterà la squadra al proprio esordio il 4 ottobre, nella gara dell’Opening Game dell’AlmoNature Cup 2015/16.

La squadra sta reagendo molto bene ai carichi di lavoro e al fitto calendario di sessioni di allenamento, con buone risposte da tutte le atlete impegnate. Sin qui sono tre le gare amichevoli disputate, con riscontri positivi su Venezia, Sesto S.G. e San Martino.

Proprio al Torneo Città di San Martino tornerà in campo la Meccanica NOVA, visto il forfait e relativo annullamento della gara amichevole prevista per mercoledi 16 al PalaVigarano con il Lavezzini Parma, assente giustificato con la commemorazione del compianto Matteo Bertolazzi, prematuramente scomparso nel 2013.

Una nuova settimana di allenamenti, con l’appuntamento mercoledi sera a tifare l’ItalBasket impegnata nei quarti di finale sulla Lituania, presso la sede del club. Un appuntamento che ha portato bene con Spagna o Germania per esempio e stretto ancor più il gruppo davanti alla Tv.

Sul fronte infermeria è attesa per oggi l’ecografia di controllo di Gloria Vian, ferma da 10 giorni per un problema muscolare e in attesa di ricevere il semaforo verde dallo Staff Medico per la ripresa dell’attività. Passi spediti nella direzione giusta anche per Jomanda Rosier, che si avvicina a grandi passi al lavoro nuovamente sul campo, pur se individuale, e non solo limitato alla Sala Pesi/Palestra.

Venerdi 18 settembre alle ore 16.00 sarà la volta della Conferenza Stampa di Presentazionecon i riflettori accesi ad illustrare quanto fatto sin ora, ma soprattutto obiettivi e programmi per la stagione, sia come Prima Squadra che come Settore Giovanile. La conferenza stampa è rigorosamente aperta a tutti, non solo media e stampa, con atlete e staff a disposizione per interviste e foto.

Nel prossimo weekend come detto sarà la volta del Torneo di Città di S. Martino, dove la Meccanica NOVA Vigarano affronterà le padrone di casa alle 19.00 di sabato, facendo seguito alla prima semifinale tra Venezia e Napoli. Sarà un appuntamento con squadre importanti e roster molto attrezzati, per la truppa di coach Savini sarà un bel test per vedere nuove risposte all’alzarsi del livello e delle difficoltà. La domenica le due finali, con palla a due alle 16.00 e alle 18.00.

Queste il punto del DS Gnudi sin qui “Siamo soddisfatti della costruzione estiva della squadra, con un occhio al budget ed uno alle necessità tecniche, si è riuscito a mettere insieme un roster interessante, giovane, con ampi margini di crescita tutti da esplorare. Abbiamo cercato di avere una rosa più ampia, con più opzioni per reparto: atlete capaci di ricoprire anche più di un ruolo, in modo da dare allo staff tecnico tanta versatilità nelle scelte e nei set partita. Non siamo una squadra con tanti centimetri e chili, lo sappiamo bene, e se non sapremo alzare i ritmi potremmo far fatica. Un pò per inesperienza, un pò per struttura, ma se messe nel ritmo giusto, abbiamo punti nelle mani e le armi per rispondere alle difese che via via troveremo, parola d’ordine: Intensità.

Non dobbiamo dimenticarci i nostri obiettivi” continua il DS biancorosso “Cercare la salvezza sul campo, far divertire il nostro pubblico, dare linfa e interesse alle giovani del Settore Giovanile con il nuovo impulso di Bk Academy, avere una sostenibilità economica duratura nel tempo al progetto e lavorare per mantenere le promesse fatte. Serve tempo, pazienza, ci stiamo lavorando veramente tanto. Ci siamo calati con grande rispetto della tradizione vincente della società, abbiamo provato a migliorare alcune aree o strutturarci in maniera ancora più solida ove possibile. Siamo all’anno zero, ci sono state tante novità sia in campo che fuori, servirà pazienza, ma contiamo di fare bene, al nostro meglio; non abbiamo la bacchetta magica e qualche ritardo o mancanza sarà fisiologico, non per questo dobbiamo scoraggiarci.La squadra che indicazioni vi sta dando? Buone. Siamo piacevolmente soddisfatti per approccio e disponibilità. Non abbiamo ancora fatto niente, ma credo sia una partenza con il piede giusto. In tante ragazze c’è la voglia di mettersi in gioco o dimostrare di valere la categoria, per alcune è una prima volta, per altre è l’assist per un’ulteriore conferma, per altre ancora un’ideale trampolino di lancio verso ambizioni maggiori e palcoscenici ancor più rinomati. Come società non possiamo che essere felici se il club è visto come una buona tappa da cui spiccare il volo, è segno di apprezzamento verso il lavoro tecnico svolto, ma anche verso l’ambiente e l’impegno della società a far star bene le giocatrici anche fuori dal campo”. Sul campo che squadra sarete?Veloce sicuramente, per caratteristiche e scelta. D’Alie e Vespignani saranno le nostre costanti sprinter. Rae si sta adoperando molto anche fuori dal campo per creare la giusta chimica ed agevolare il processo d’inserimento delle atlete USA. Sofia non era al suo meglio a Malè, ma ci ha sempre dato qualcosa sempre. Con S. Martino ha sopperito alla grande ai problemi di falli della titolare, è migliorata nelle scelte, nel tiro e nel dettare i ritmi. Certo resta molto leggera, ma sà pungere in difesa. Abbiamo apprezzato molto anche la disponibilità a creare gioco da parte di Orrange. Quando mette le marce alte ha fatto vedere di poter andare veramente forte, qua gli è richiesto una produzione di punti superiore che al college; è una giocatrice intelligente, di poche parole, ma molta sostanza. Per ora si è limitata a innescare le compagne, ma sappiamo di poter contare su di lei quando serviranno più canestri e pericolosità offensiva”. Completano il reparto Capoferri e Cigliani Sono giocatrici abbastanza diverse, con la caratteristica comune di avere un ottimo tiro dall’arco. Cigliani ha una migliore visione di gioco, passa ottimamente la palla e può prendersi un tiro in ogni situazione, anche forzato. Martina ha la possibilità di mettere con più facilità la palla per terra ed attaccare, su scarico è una sentenza, contiamo di coinvolgerla ancora di più nelle scelte di gioco, sta prendendo le misure al campionato. Con S. Martino le sono usciti un paio di tiri già dentro, insieme a Cigliani siamo certi saranno molto utili contro la zona”. La novità è un pacchetto ali molto versatileSi, abbiamo optato per avere tanta qualità in questa posizione. Crudo può giocare almeno 2/3 ruoli, ha migliorato tantissimo il proprio tiro e ha un anno di Serie A1 in più nel proprio bagaglio; sta maturando come atleta e come donna, siamo qui per aiutare questo processo. Tognalini ha una versatilità incredibile, può indirizzare il gioco, mettere un tiro importante o fare a sportellate vicino a canestro, non si tira mai indietro e non vuole mai perdere. E’ un’addizione importantissima ed esemplare, che in estate abbiamo cercato con priorità, certi di quello che ci potrà dare. Infine Nicolodi, molto abile a usare le lunghe braccia in difesa e sporcare ogni pallone, in attacco si lancia con grande timing a rimbalzo, ha un buon tiro e una buonissima meccanica, che però lo scorso anno le percentuali hanno supportato solo in parte, ci lavoreremo, ma la base di partenza è ottima”.

Siamo felici che Venezia ci abbia dato fiducia, affidandoci una sua giovane di livello nazionale. Giuditta è molto brava a rendersi sempre utile, fa cose semplici, magari non sempre appariscenti, ma importanti. Ci darà una bella mano.Veniamo poi al reparto lunghi E’ certamente il reparto maggiormente da scoprire e con margini molto ampi. Ostarello è arrivata solo da pochi giorni, ma si è subito resa protagonista di un’ottima prova con San Martino. Ha grande mobilità, è un’atleta con l’A maiuscola, non ha tanti chili, ma può battere in velocità il diretto avversario. Se saprà incanalare tutta la sua energia e darci una mano costante a rimbalzo, avremo una sicurezza in più. Atleta solare, sempre con il sorriso, una cura del proprio fisico pazzesca, sarebbe sempre in sala pesi a lavorare.” Completano il reparto Vian e Rosier Gloria si è presentata al raduno dopo un buon lavoro in estate, purtroppo si è dovuta fermare per un risentimento muscolare, ma siamo ormai in fondo al problema, contiamo di averla presto operativa. In queste settimane da spettatrice forzata, si è adoperata da buon capitano per inserire il resto del team, facendosi portavoce di necessità e richieste, non vediamo l’ora di avere un riferimento tecnico in più: la sua comprensione del gioco sarà importante per farci fare un altro salto di qualità nelle scelte. Infine Rosier, che aspettiamo. Nella sfortuna di averla persa a pochi giorni dalla partenza per un lungo infortunio, non abbiamo mai smesso di contarci, arriverà il suo momento, ne siamo certi. Per ora lavora forte in Sala Pesi a Mirabello e presto potrà tornare in campo, seppur in maniera individuale. Certo il rientro è ancora molto lontano, ma è parte del team, da subito; era con noi a Malè, lo sarà a Napoli. Spendo infine due parole per le più giovani, come Rivaroli, Ciarciaglini e Malaguti che si stanno facendo in quattro per non far perdere d’intensità l’allenamento. Sono consce dei loro limiti e lavorano con impegno per migliorarsi. Con Bk Academy andranno a disputare anche una Serie C per avere minuti e responsabilità in più. Nel corso dell’anno come Serie A ci piacerebbe invitare anche qualche giovane interessante e/o coinvolgere le promettenti atlete del vivaio in qualche lavoro individuale insieme. Vedremo nel corso delle settimane cosa si potrà fare. C’è grande sintonia con il S.G. e ringrazio Emanuela Benatti e tutto il suo team per la grande disponibilità a provare a fare qualcosa di importante insieme. Ci sarebbe piaciuto avere qualche giovane in più, purtroppo nelle annate 96-97-98-99 non ci sono grandi numeri, ma con il tempo e con un buon lavoro nel reclutamento contiamo di avere un serbatoio maggiore da cui poter attingere. Soprattutto in virtù dei buoni successi sin qui ottenuti da Academy e dai diversi talentini che crescono ogni giorno di più, ma che non devono bruciare le tappe ed avvicinarsi alla Serie A in maniera graduale e ponderata“. Come procede la Campagna Abbonamenti?La prima fase si è chiusa in linea con le aspettative, quando si parte con tante novità bisogna dare modo alla gente di prendere contatto con i cambiamenti, resta aperta sino al 10 ottobre; nell’amichevole con San Martino c’erano circa 150 persone, durante le gare di campionato contiamo di fare ancora meglio, il traino e sostegno del pubblico è una risorsa importante, soprattutto per una squadra molto giovane, che avrà come priorità provare a difendere il campo di casa il più possibile.La parola Opening Day che effetto fa?Non vediamo l’ora, ma per fortuna ci sono ancora tre settimane di lavoro prima di allora. Torino è una squadra che mi piace molto, ha fatto scelte chiare in estate, mantenuto un gruppo importante del territorio e aggiunto qualità con le straniere, come Yvonne Anderson, grandissima scorer, che non mi sorprenderei di vedere tra le migliori realizzatrici del campionato. Quarta, Coen, Montanaro, Puliti, Domizi, Cordola sono tutte atlete che hanno qualità per fare bene, pur da neo promossi hanno qualità e certezze; per noi sarà subito una sfida in salita, da provare a vincere insieme, vogliamo arrivarci preparati e già domani torniamo in palestra”.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author