Parte forte il mercato del Basket Golfo: Vennucci e Genovese sono gialloblù

Primo colpo di mercato per il Basket Golfo Piombino ed è subito un gran colpo, in cabina di regia della compagine gialloblù arriva Mattia Venucci che nell´ultima stagione col Don Bosco Livorno è entrato, grazie alle sue prestazioni, fra i migliori cinque giocatori nel ruolo dell´intera serie B.
Mattia è nato a San Vincenzo il 31/10/90, può giocare sia playmaker, mettendosi al servizio dei compagni di squadra, che guardia, in quanto sa essere molto pericoloso anche dal punto di vista offensivo. Mancino, ha un grande tiro da tre, anche da notevoli distanze, sa giocare molto bene il pick and roll con i compagni, buonissimo atleta che sa anche portare grande pressione difensiva sul proprio avversario.
Venucci è cresciuto nelle giovanili di San Vincenzo, con delle piccole parentesi a Donoratico e a Piombino dove ha disputato campionati di eccellenza, prima di inserirsi in pianta stabile nella prima squadra sanvincenzina giovanissimo, all´età di 16 anni.
Ha fatto la cosiddetta gavetta, partendo dalle serie inferiori, con San Vincenzo Mattia partecipa ai campionati di C regionale e DNC, da assoluto protagonista ( nella sua ultima stagione 17 punti, 2 assist in 33 minuti di utilizzo), ma dimostrando anno dopo anno di meritarsi la categoria superiore, che arriva nel 2012/13 con la chiamata di Castelfiorentino.
In categoria si sta affermando come uno dei migliori esterni in assoluto, come dimostrano le statistiche che raccontano di un play che negli ultimi tre anni è passato dagli 11.3 punti con Castelfiorentino del primo anno, ai 14.7 del secondo anno fra i fiorentini e ai 15.6 dell´ultima stagione col Don Bosco, con ottime percentuali al tiro, 53% da due 34% da tre e 81% (media ultimi tre anni), conditi da oltre 3 assist di media, i suoi 18 di valutazione del 2014/15 lo pongono, come detto, fra i 5 migliori play dell´intera serie B.
Mattia arriva a Piombino dopo averla sfiorata più volte negli anni passati, decisiva nel suo passaggio ai colori gialloblù è stata la volontà del giocatore che, nonostante avesse altre interessanti offerte, ha voluto fortemente ed assolutamente Piombino.
Quindi nasce sotto i migliori auspici il rapporto fra Mattia e la piazza piombinese, piazza che spesso lo ha attaccato , ma non per mancanza di rispetto, bensì per il timore di quello che poteva fare in campo da avversario, ora questo non accadrà più, le sue prestazioni non saranno temute, ma attese e applaudite.
A Mattia diamo il più caloroso benvenuto a Piombino.

Ad impreziosire ancora di più il mercato del Basket Golfo un giocatore che ha giocato a lungo nelle categorie superiori militando anche in serie A , arriva da Montichiari per vestire la casacca gialloblù Salvatore Genovese,reduce dalla cavalcata che ha portato i bresciani alla Coppa Italia e alla finale playoff.
Ala di 198 cm per 98kg di peso, nato il 13 ottobre 1987 ad Erice, bellissima città siciliana in provincia di Trapani, giocatore che fa della precisione al tiro la sua arma principale, ma grazie ad un fisico ben strutturato e alle sue ottime qualità tecniche è in grado di attaccare il canestro dal pitturato ed è anche un buonissimo difensore.
Muove i suoi primi passi sul parquet nelle giovanili della Rosmini Erice per poi trasferirsi nel 2002 e fino al 2004 in quelle di Messina, società che militava all´epoca nella massima serie nazionale.
Salvatore in questo campionato colleziona 25 presenze in panca e il 15 aprile 2004, a soli 16 anni e mezzo, coach Pasquale Iracà , lo fa debuttare in serie A contro Teramo.
La stagione successiva si trasferisce, rimanendo ancora in serie A, a Varese dove rimarrà per 4 anni, con la prima squadra mette a referto 66 presenze e 4 partite giocate.
Nel primo anno la compagine lombarda gira il giovane al Basket Bosto società che milita in C1e con la quale Salvatore disputa il suo primo campionato fra i senor, nelle stagioni successive rientra a Varese e oltre alle costanti convocazioni in prima squadra al fianco di De Pol e Galanda, vince per due volte il titolo di miglior marcatore con l´under 20 biancorossa.
Nella stagione 2007/08 viene ceduto in prestito alla Robur Varese in B2, è l´anno della definitiva consacrazione del talento del giovane siciliano, sarà il secondo miglior marcatore del campionato (26 presenze, 19.2 punti di media, 13.3 di valutazione in 29 minuti) ed il migliore in assoluto nei play/off.
Nel 2008/2009 torna in Legadue con la Cimberio, dove entra con stabilità nelle rotazioni di coach Pillastrini, contribuendo alla promozione in A1, scrivendo a referto 19 presenze, 3.7 punti di media con 9.4 minuti in campo.
Nel 2009/10 va in serie A dilettanti con la Fortitudo Bologna (29 presenze, 10.2 punti di media) e per il secondo anno consecutivo festeggia la promozione nella categoria superiore, in una stagione dove con i suoi compagni vince anche Coppa Italia e Summer Cup.
Nel 2010/11 rimane in A dilettanti , ma torna al sud, in Puglia con i colori del Centro Auto Ford Molfetta (30 presenze, 9.8 punti di media in 23.3 minuti).
Nel 2011/12 si riaffaccia alla massima serie ed in agosto è aggregato alla Vanoli Cremona, ma poi non rimane e va a Rieti in DNB, 23 presenze per lui in stagione con quasi 17 punti di media, frutto di un 48% da due, 40% da tre e 82% ai liberi, 13 di valutazione con 32 minuti in campo, con i reatini raggiunge i play/off non andando però oltre i quarti di finale.
Nel 2012/13 resta in territorio laziale, ma si trasferisce a Scauri, in 34 gare stagionali Genovese segna in media 16,2 punti e cattura 3,2 rimbalzi a partita, qui incrocia per la prima volta in carriera il suo coach attuale Massimo Padovano ed insieme a lui ed ai suoi compagni di squadra è protagonista di una scalata in classifica che porta il team laziale dalle ultime posizioni al quarto posto e alle semifinali play/off, risultando inoltre il miglior attacco del campionato.
La stagione successiva arriva la chiamata dalla categoria superiore degli Sharks di Roseto, il ragazzo di Erice con gli abruzzesi sfiora i play/off arrivando a soli due punti dalla meta, segnando 7.8 punti in 20 minuti sul parquet col 65% da due ed il 40% nelle bombe.
Nell´ultima stagione Salvatore Genovese arriva ad un ambiziosa Montichiari in DNB ed in un girone stellare con Cento, Fortitudo Bologna, Udine e altre squadre ottimamente attrezzate, col team orobico dopo essersi aggiudicato la Coppa Italia si piazza al quarto posto nella regular season perdendo la finale play/off contro Bologna, per il neo acquisto piombinese un ottima stagione con 12.3 punti partita in 24 minuti in campo nella prima fase, le sue percentuali al tiro totali nelle 36 partite disputate sono 52% da due, 43% dai 6 e 75 e 73% dalla lunetta, 4 i rimbalzi e 9 la valutazione.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author