Partiti con il Piede Sbagliato

Pessimo inizio di campionato su un campo difficilissimo. Risultato scontato dopo 5 minuti,ci si aspettava di più

 

Inizia finalmente il campionato e non partiamo col piede giusto.  Contro la retrocessa Geas, si sapeva che sarebbe stato un impegno durissimo, potendo contare loro su ben 4 atlete che l’anno scorso giocavano con ampio minutaggio in A1, ma l’approccio mentale è stato sbagliato ed anzichè far sudare alle avversarie le proverbiali sette camicie, per Geas è stata una passeggiata battere Carugate. L’incontro è durato 5 minuti, finchè Emily Correal ha ribattuto punto su punto tutte le conclusioni Geas. Dal 12-10 in avanti, Carugate è sparita dal campo, è sparito l’animus pugnandi, la grinta in difesa e Geas prendeva il largo con un parzialone di 18-2 e chiudeva il primo quarto con un punteggio stratosferico, ovvero 30-14, per le padrone di casa solo due errori al tiro in 10 minuti, merito della loro bravura, aiutate però non poco dalla difesa inesistente di Carugate. Nessun segno di risveglio nel secondo quarto, peggio ancora nella ripresa, dove la biancoazzurre racimolavano solo 5 punti, con Geas che già iniziava ampi cambi ruotando la panchina fino in fondo. il 15-15 parziale dell’ultimo tempo serviva solo a non far tracimare il già ampio vantaggio Geas. 79-46 il finale, con le padrone di casa che mettevano a referto ben 9 atlete, mentre per Carugate solo una super prestazione di Emily Correal, con 20 punti e 10 rimbalzi in 36 minuti di gioco, con il 47% da due e 2/2 ai liberi. Galbiati e Barberis hanno fatto il bello e cattivo tempo, chiudendo rispettivamente con 22 e 17 punti, praticamente immarcabili o forse per meglio dire, “immarcate” dalla difesa carugatese. Si sapeva che espugnare il campo a Sesto sarebbe stata mission impossible, ma presentarsi al PalaNat così remissive non ce lo aspettavamo, e le assenze di Beretta e parzialmente di Picco, utilizzata per pochi minuti, dopo 8 mesi di assenza dai campi, non possono essere un giustificativo. Occorre lavorare ancora pià duramente in settimana, anche perchè il prossimo impegno sarà tutt’altro che facile, Sabato al nuovo Palasport di Carugate ci vedrà ospitare un Selargius Cagliari che ieri nel derby cittadino con Virtus, ha letteralmente asfaltato le avversarie ed arriverà a Carugate con il morale, la forma atletica e psicologìca alle stelle. Coach Paolo Re dovrà raccogliere i cocci e ridare la giusta fiducia e spinta alle ragazze per non commettere un altro passo falso.

 

Ufficio Stampa Castel Carugate

Commenta
(Visited 21 times, 1 visits today)

About The Author