Per la BluKart l'ostacolo Torino per continuare la striscia vincente

“Tenere alta la concentrazione!” E’ questo il “mantra” che è riecheggiato nei corridoi del PALACARISMI nel corso di tutta la settimana, in vista della gara di domenica contro il Kopa Auxilium CUS Torino. Una partita, quella contro i piemontesi, che la classifica indica come abbordabile, ma che gli addetti ai lavori sanno riconoscere come piena di insidie. In primo luogo perchè in un campionato di alto livello come quello di serie B, anche la gara più semplice può incredibilmente complicarsi se non viene giocata al 100% delle proprie possibilità. Inoltre gli universitari di Antonello Arioli arrivano a San Miniato sulle ali dell’entusiasmo, per aver vinto la loro prima gara sul campo (dopo il successo a tavolino di Trecate nel girone di andata) ed aver così sostanzialmente scongiurato lo spettro della retrocessione diretta. Con un divario apparentemente incolmabile rispetto a chi lo precede, il CUS scenderà sul parquet con la spensieratezza di chi altro non ha da chiedere a questa regular season, se non la soddisfazione di fare qualche brutto scherzo all’ avversario di turno. Per la banda Barsotti invece un passo falso inficierebbe, o quasi, quanto di buono fatto finora, a cominciare dal prezioso successo di domenica scorsa a Faenza. Ecco quindi come in casa Blukart sia vietato sbagliare ed in particolare sia vietato commettere l’ingenuità di farsi trovare deconcentrati e impreparati in una gara come quella odierna. Da un punto di vista tecnico il CUS Torino è una squadra giovanissima, con un solo elemento oltre i 20 anni, con solo tre elementi confermati dal roster della scorsa stagione; una squadra a cui mancano sicuramente chili e centimetri ma che abbonda di tecnica (in qualche caso ancora allo stato grezzo, che deve essere plasmata) ed ha nel fromboliere Claudio Maino il suo elemento di spicco. “Dobbiamo tenere altissimo il nostro livello di attenzione, in una partita che ci trova nel ruolo di favoriti” coach Barsotti mette in guardia la squadra “Abbiamo costruito i nostri successi in questa stagione grazie ad un livello di attenzione e attitudine, che è andato in crescendo nelle ultime gare, e non ci possiamo permettere distrazioni nella partita domenica. La classifica mostra una partita che ci vede favoriti, ma la Torino che arriva a San Miniato è una squadra in salute, come dimostra l’ultimo successo su Trecate, ma anche tante buone prestazioni lontane dal capoluogo piemontese. Sarà fondamentale tenere alta la guardia e giocare il nostro basket, come abbiamo sempre fatto nelle gare interne.”.

A disposizione di coach Barsotti anche l’ultimo rinforzo arrivato in settimana Tommaso Sollitto.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author