Perugia-Goldengas, Foglietti nel post partita:"Sapevamo che sarebbe stata dura. Nel supplementare abbiamo meritato la vittoria."

Una vittoria sofferta e inseguita per lunghi tratti del match. Perugia sul parquet amico ha dato del filo da torcere alla Goldengas e per quasi tutti i 40 minuti regolamentari ha mantenuto la testa avanti col vantaggio che oscillava sempre attorno alla doppia cifra.

Un inseguimento completato a due minuti dal termine, per poi vedere Senigallia prendere il comando delle operazioni nel supplementare.

Coach Foglietti, una partita decisamente complicata..

Per loro era la partita che poteva garantire la partecipazione ai playout evitando la retrocessione diretta e mi aspettavo una partita nella quale Perugia metteva in campo tutto quello che aveva. Avevo qualche timore prima della partita perchè mi aspettavo mani addosso e una squadra che ci impediva di giocare come volevamo, sapevamo fin dall’inizio che sarebbe stata dura.

Siamo partiti bene in attacco, facendo canestro, non bene invece in difesa dove nel primo tempo abbiamo subito 45 punti. Un’esagerazione.

Siamo andati anche oltre la doppia cifra di svantaggio ma quando poi abbiamo iniziato a recuperare fino a mettere la testa avanti loro si sono un po’ disuniti. Nel supplementare invece ci siamo meritati la vittoria.”

Una giornata al termine, per la Goldengas se dovesse andare male sarebbe quinto posto…

Sono molto contento. Avrei messo diverse firme a inizio anno per arrivarci. Mi dispiace un po’ per l’inizio di campionato con qualche scivolone di troppo. Lì però siamo stati bravi noi come staff e squadra a non farci prendere dalla depressione ma a trovare le forze per reagire e venirne fuori. Adesso mi godo il momento ma non è finita qui, anzi. Vorrei che questo possa essere l’inizio per qualcosa di simpatico.”

Sulla stessa lunghezza anche il DS Lamberto Ciarloni.

Sottoscrivo tutto quello che ha detto il coach. Se oggi siamo così è anche perchè insieme siamo stati bravi a superare quell’inizio di stagione difficile. Quel carattere che oggi dimostriamo arriva anche dall’aver superato quei momenti e aver reagito. Questo credo ci possa essere molto d’aiuto per quello che vorremmo fare da qui in avanti e se siamo bravi a ricordarci chi siamo, penso che possiamo toglierci delle soddisfazioni. I ragazzi lo sanno, e lo abbiamo imparato tutti quanti.

Siamo molto contenti di quanto abbiamo fatto, ma io sono ancor più contento di vedere che non siamo mai appagati.”

Commenta
(Visited 34 times, 1 visits today)

About The Author