Pesante batosta per la Sovrana Pulizie, battuta ad Empoli con 27 punti di scarto

Una Sovrana Pulizie troppa brutta per essere vera subisce un tonfo pesante in quel di Empoli. Alla Palestra Lazzeri la formazione rossoblù esce con le ossa rotte, con un -27 finale che rende merito alla bella prestazione dell’Use, agevolata dalla serata storta dei ragazzi di coach Braccagni, che non riescono mai ad entrare in partita. Fin dalle prime battute si capisce il tema tattico del match: i locali imbrigliano Lenardon in una morsa, cercando di fermare il cervello dell’attacco rossoblù. Empoli beneficia della scelta, riuscendo a segnare con continuità in attacco e portandosi immediatamente sul +13, prima della mini-rimonta virtussina sul finire di quarto (17-10 al 10°). Nel secondo periodo i locali provano ad allungare con la prestanza fisica di Bei e Sesoldi, che nel pitturato vincono ampiamente il duello con i loro pari ruolo senesi. All’intervallo lungo Empoli è avanti di 13 punti. Nel terzo periodo arriva il break che chiude definitivamente il match: con un mortifero 19-5 di parziale, l’Use tocca il +27, con la Virtus che appare inerme di fronte alla sortite biancorosse. Solo sul finire di quarto, grazie alle iniziative di Nasello e Mugnaini, i ragazzi di Braccagni riescono a recuperare qualche lunghezza, chiudendo alla terza sirena sul -20. Con la gara già ampiamente indirizzata, Empoli gioca in scioltezza negli ultimi minuti, toccando addirittura il +31. Nel finale Mirone cerca di accorciare le distanze, ma la gara si chiude con la meritata vittoria dei locali per 74-47.

 

Empoli: Giannini 9, Mariotti 11, Sesoldi 12, Terrosi 12, Scali 4, Marusic 6, Ghizzani 2, Mascagni 2, Berni 3, Bei 13. All. Bassi.

Sovrana Pulizie: Bianchi 2, Mugnaini 6, Neri, Olleia 4, Lenardon 3, Bruno 4, Nepi 4, Nasello 12, Bonelli 6, Mirone 6. All. Braccagni.

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author