Pesaro, Leka e la sfida con Cremona: 'Sarà una gara tutta giocata sui nervi'

La presentazione di Consultinvest-Vanoli Cremona si è tenuta nella sede pesarese del main sponsor Consultinvest, alla presenza del resposabile di zona Alessandro Mengucci, che ha fatto gli onori di casa: “Ringrazio tutti per essere qua, ci piacerebbe fare tutte le restanti presentazioni nella nostra sede per dare un messaggio chiaro: come Consultinvest ci siamo stati, ci siamo e ci saremo in futuro per la squadra, la società e la città. Siamo presenti agli allenamenti, siamo vicini ai ragazzi e alla dirigenza. Anche il nostro management nazionale ci sostiene: il dottor Vitolo è molto vicino ed attento, con Caserta o con Milano verrà a vedere la partita. Poi la parola è passata al coach Spiro Leka: “Abbiamo lavorato abbastanza bene in settimana, i ragazzi stanno tutti bene. Ci siamo soffermati sugli aspetti del gioco che ci stanno dando qualche problema, e cioè la difesa e i rimbalzi, oltre a dedicarci allo studio delle caratteristiche di Cremona. Johnson Odom è un play molto atipico da limitare, cercheremo di arginare quantomeno la sua capacità di creare per gli altri. Loro sono all’ultima chiamata, ma quando sei spalle al muro puoi essere molto pericoloso. Noi dovremo affrontare la partita con molta attenzione, ma cercando di non farci condizionare dalla troppa pressione. All’andata svolgemmo un ottimo lavoro sotto canestro, riuscendo a limitare bene Biligha. Sia noi che Cremona siamo stati molto penalizzati dagli episodi. Sarà importante il sostegno del pubblico e il calore dell’ambiente. Abbiamo bisogno di tutti. Per gasare i nostri tifosi dovremo gettare in campo tutta la grinta e combattività di cui siamo capaci. Sarà una partita tutta giocata sui nervi, la capacità di ciascun giocatore di reggere lo stress sarà decisiva”. “Ora subiamo molto in difesa, pur se segnamo molto in attacco? Ci sono stati cambiamenti nel roster, e poi dipende anche da chi hai affrontato. Con Trento anche all’andata ci avevano dominato atleticamente. Domenica hanno preso 19 rimbalzi offensivi contro i nostri 2: questa è stata la chiave della partita, molto più che la difesa. Quanto all’attacco, la scelta è quella di tirare non appena si trova una buona occasione. Sto cercando di allungare le rotazioni con Zavackas per cercare di non stancare troppo Jones. Hazell è come fosse a metà settembre, dobbiamo avere pazienza. Dovrà darci molto in difesa domenica, gli ho chiesto questo più che tanti punti in attacco”.

Commenta
(Visited 13 times, 1 visits today)

About The Author