Pino Dragons Firenze-Valentina's Bottegone 82-67, ko al PalaCoverciano per la squadra di coach Biagini

ENIC PINO DRAGONS FIRENZE – VALENTINA’S BOTTEGONE 82-67

ENIC: Magini 23 (2/6, 4/5), Rugolo 21 (2/7, 4/7), Filippi 14 (6/7), Terenzi 10 (1/6, 2/3), Galmarini 7 (3/5), Di Giacomo 5 (2/3), Passoni 2 (1/1, 0/2), Marotta (0/1 da tre), Zappia, Cometti. All.: Salvetti.

VALENTINA’S: Toscano 17 (5/10, 1/3), Angelucci 13 (4/6, 1/2), Paci 12 (5/8, 0/6), Divac 9 (3/6, 1/3), Marconato 9 (0/1, 1/4), Maspero 7 (0/3, 2/5), Cipriani (0/2), Converso, Lapini ne, Galli ne. All.: Biagini.

ARBITRI: Valzani e Shena.

PARZIALI: 12-17, 32-40, 58-56.

Ci ha provato la Valentina’s Camicette Bottegone ad uscire indenne dal “PalaCoverciano” di Firenze ma la maggior profondità e fisicità nei momenti decisivi del match per la Enic Pino Dragons hanno fatto la differenza e così, nella 23° giornata di Serie B Girone A, Bottegone perde 82-67 uno scontro diretto importante ed i fiorentini, alla luce del -12 subito all’andata, si prendono anche la differenza canestri a favore col +15 di questa sfida.

Condizioni proibitive per Bottegone alla vigilia del match visto che coach Biagini deve rinunciare a Toppo, Fontana, Galli (in panchina solo perché c’era da arrivare a 10 effettivi), portando anche il classe 2001 Mattia Lapini e gettando nella mischia Converso con la febbre. Nonostante questo l’inizio è ottimo per i gialloneri che non patiscono affatto le corte rotazioni e le difficoltà ad effettuare allenamenti di spessore durante la settimana. Così, dopo il 9-3 del Pino al 3’, arriva un parziale importante per la Valentina’s di 0-11 timbrato, in particolar modo, Toscano per l’11-17 all’8’ appena rintuzzato dai padroni di casa al suono della prima sirena. Bottegone accelera ancora di più, trovando molto da Angelucci mentre Paci ha la mano buona nel pitturato ma la serata da fuori, la specialità della casa, è da dimenticare (0/6 finale). Un gioco da 4 punti di Rugolo dà il nuovo vantaggio, 21-19, all’Enic ma è Angelucci che fa il trascinatore arrivando al 32-40 dell’intervallo lungo.

Anche l’apertura di terzo periodo non sembra discostarsi tanto dal copione dei primi 20’: Toscano e Paci vanno a segno con regolarità ma c’è il problema falli e due bombe dell’ex Magini propiziano il nuovo vantaggio fiorentino sul 54-53 certificato dal 58-56 al 30’. La Valentina’s tiene botta fino al 32’, con il mini-break di capitan Marconato, per il 58-61 ma si spegne la luce ed in otto minuti Bottegone segna la miseria di 6 punti che hanno il sapore della condanna. Valentina’s che rimane a 20 punti in classifica e si riavvicina nuovamente la zona playout con, all’orizzonte, il prossimo difficile impegno casalingo contro la Solbat Piombino.

«Sapevamo in quali condizioni dovevamo affrontare questo impegno – spiega il coach della Valentina’s Bottegone, Cristiano Biagini – e oggettivamente, anche contro il Pino Dragons, abbiamo fatto il massimo di quello che ci è consentito in questo periodo. Di sicuro allenarsi in 6-7 tutti giorni e per lunghi periodi non aiuta però è inutile anche piangersi addosso. Dico che, fino a che abbiamo avuto le energie fisiche e mentali per tenere botta, ho visto una grande pallacanestro sia difensiva che offensiva. Anche quando, poi, si è accesa la spia rossa della benzina non è che siamo andati alla deriva ma i ragazzi hanno fatto vedere di poter competere con l’avversario, dimostrando che ci tengono e che non molleranno mai fino all’ultima giornata di campionato».

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Valentina’s Bottegone Basket

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author