Piombino a caccia della prima vittoria davanti al proprio pubblico

L´avversario di domenica prossima sono i vercellesi del Valsesia, squadra che dopo il terzo posto di anno passato, ha cambiato moltissimo, partiti il lungo Michael Sacchettini anno passato fra i migliori giovani nel ruolo approdato al Legnano in A2, via anche il colored Shaquille Hidalgo, anche lui in A2 a Rieti, quel Laudoni che abbiamo affrontato nell´ultimo turno a Pistoia col Bottegone ed il veterano Picazio che invece è sceso in C a Domodossola, insomma un capitale, da 42 punti di media nel 2014/15, partito per altri lidi.
I sostituti sono tutti giovanissimi, gli esterni Tomasini (93) e Giacomelli (95) , Il primo con già buona esperienza in categoria, con due anni alla Sangiorgese, nel secondo a 11,6 punti di media, buon tiratore dalla distanza (36% nel 2014/15), il più giovane invece è al suo secondo anno in B dopo aver giocato anno passato anche lui con la Sangio, 14 minuti per lui con 3.7 punti di media.
Nel reparto lunghi arrivano Edoardo Giovara (93), scuola casale Monferrato, con cui ha già avuto esperienze in Legadue gold, il toscano Gianluca Giorgi (95) dal Pontedera in serie C e il prodotto del vivaio Umana Venezia Dario Zucca (96), che con i lagunari ha debuttato in serie A.
I confermati sono il veterano Santarossa giocatore con 351 presenze in A, classe 78, compagno di squadra di Gigena nella Mabo Livorno ai loro esordi in A, anno passato miglior marcatore dopo Laudoni con 11.3 di media, fino a due anni fa militava ancora nelle categorie superiori, a Lucca e Trento, poi il play Quartuccio che nonostante la giovane età, 21 anni, è al suo quinto campionato in categoria, l´ala Gatti ex Tortona e l´altro prodotto del vivaio di Venezia Francesco Paolin classe 95, che già al suo primo anno si è ritagliato spazi importanti fra gli arancioni, con 16 minuti giocati e 6.5 punti a partita.
La partenza in questo campionato per le aquile non è stata delle migliori, due sconfitte, a San Miniato la prima, senza mai essere affossata, ma sempre sotto nel punteggio e la secondo contro Piacenza in casa in una partita che li ha visti a lungo in vantaggio, cedendo solo nel finale ad una delle favorite del girone, per ora sono il peggior attacco del campionato con 55 punti di media, ma quarta difesa con 63.
Coach Pansa sta dando molto spazio ai giovani per favorire il loro inserimento e l´adattamento alla categoria, squadra in crescita, Tomasini top scorer con 12 punti di media, in attesa di Santarossa per ora fermo a soli due soli punti totali, il cui contributo d´esperienza e qualità non mancherà sicuramente.
Piombino arriva a questo incontro col morale molto alto, il successo di Pistoia, ottenuto peraltro in modo brillante, ha riportato serenità nell´ambiente gialloblu dopo lo stop casalingo con Rimini, una grande prova di squadra, 99 di valutazione con un attacco da oltre 80 punti di media, attacco dove con Genovese, 14 punti di media, sono Gigena e Venucci le punte di diamante, primo e terzo fra i marcatori del girone con 25 e 22 punti di media, Gigena è anche fra i primi nel tiro col 70% da due ed il 65% da tre e Venucci invece lo è negli assist con 7 di media e nei falli subiti con 10 a partita, a parti inverse sono primo e terzo come valutazione complessiva, con 33 e 26.5, dati di breve periodo, quasi impossibili da confermare alla distanza, che fanno piacere, ma che però al tempo stesso non debbono far dormire sonni tranquilli ai piombinesi, basta ricordare che con Bottegone la stessa situazione, a livello di morale, si proponeva ai padroni di casa , poi invece pesantemente sconfitti.
Sono ancora molti gli aspetti su cui coach Padovano vuole che la squadra migliori, troppe, in questi due match, le amnesie difensive,abbiamo subito 76.5 punti di media, troppi i passaggi a vuoto, da ricordare i pesanti break subiti in partenza, sia da Rimini che da Bottegone e pur con un attacco molto brillante, occorre trovare soluzioni alternative, per ovviare a difese che studieranno il nostro gioco e troveranno accorgimenti per renderci la vita difficile, a partire già da domenica, dove il dinamismo e la voglia di emergere dei giovani del Valsesia sarà il primo duro ostacolo da superare.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author