Piombino ad Oleggio per rialzare subito la testa

Dopo la pesante sconfitta di Piacenza, ricordiamo la prima dove Piombino ha subito un passivo superiore ai sei punti, c’è voglia di riscatto, c’è voglia di tornare a vincere per continuare a coltivare il sogno di una posizione di alta classifica, c’è voglia di dimostrare che questo gruppo è forte anche così.
Coach Padovano in queste ultime settimane, causa malattie e viaggi per il turno infrasettimanale non è ancora riuscito a riassettare la squadra, a ridargli una nuova identità, dopo la partenza di Genovese è chiaro che sono cambiati degli equilibri, che vengono meno delle soluzioni offensive provate e consolidate, insomma è quasi come avere una squadra nuova.
Ma qualcosa non è cambiato ed è il carattere della squadra, in tutte e tre le ultime partite ha incontrato difficoltà , ma ha sempre reagito, a Piacenza sono stati solo cinqueminuti giocati da Soragna & C. a livelli nettamente superiori a fare la differenza, a spaccare l’incontro, nel resto della partita c’è stato sempre equilibrio fra le due squadre.
Due vittorie ed una sconfitta in questo trittico, era il miglior risultato preventivabile e due vittorie sono arrivate, ora c’è Oleggio, questa avversaria è sicuramente alla portata del Basket Golfo e seppur galvanizzata dal successo esterno dopo supplementare con San Miniato non è certo Piacenza.
Una vittoria ad Oleggio permetterebbe al Golfo, nella peggiore delle ipotesi, di rimanere a soli due punti dalla terza e dalla quarta, Cecina e Cento impegnate in casa rispettivamente con Torino e San Miniato e di sperare in un passo falso delle avversarie che appaiano i gialloblu a quota 28, Santarcangelo impegnato nel difficile derby casalingo contro Piacenza e Valsesia che va in casa di un disperato Bottegone e ancora di provare ad allungare sul gruppetto in lotta per l’ottavo posto, tutte con impegni difficili, Monsummano che gioca in casa con la capolista Forlì, Rimini invece che viaggia alla volta di Faenza e come detto San Miniato che va a Cento.
Due punti che potrebbero anche dare la certezza (non matematica) dei play/off e dare fiducia e motivazioni a questo gruppo di ragazzi che, occorre ricordare, a questo punto è un gruppo fortemente autoctono, sono infatti tutti originari o residenti nella nostra città, nella nostra provincia, quindi con una forte identità ed un forte legame con il territorio.
Questo deve essere motivo d’orgoglio sia per la squadra che per i tifosi, tifosi che nonostante le vicissitudini di queste settimane dimostrano di essere attaccati alla squadra e si sono organizzati per seguirla e sostenerla in questa importantissima trasferta, i colori gialloblu dunque sventoleranno anche al Palasartorio, per ribadire a tutti che “il Piombino paura non ne ha !!!”.

Stefanini Stefano

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author