Piombino all’ultimo secondo sfata il tabù Cecina

Piombino espugna con merito Cecina, giocando da Cecina, si perché i gialloblù hanno battuto i padroni di casa giocando alla loro stessa maniera, intensità difensiva altissima, giocatori che si spendono al massimo in difesa, tanto da finire ala partita carichi di falli, Persico fuori per cinque falli all’inizio del quarto finale e Iardella , Genovese, Guerrieri e Venucci che terminano il match con quattro falli.
L’intensità è talmente alta che intacca la lucidità dei giocatori, nelle scelte in attacco e nel tiro stesso, due squadre che hanno fior fdi tiratori dalla distanza , terminano col 17% Cecina e col 22% Piombino .
Una partita da vietare ai cardiopatici, con le due squadre che si alternano al comando sempre con vantaggi esigui, Padovano fa capire subito dall’inizio che vuole una squadra che difenda forte e mette in quintetto Bianchi per Gigena e subito dai primi minuti Piombino fa capire a Cecina che stavolta sarà dura, lo schiaffo con Monsummano ha fatto letteralmente trasformare i piombinesi.
Primo due quarti in equilibrio con Piombino che in entrambi i parziali la spunta di una tacca, 19 a 20 il primo dove a difese non ancora assestate arrivano in partenze le bombe di Genovese, Del Testa, l’unica per lui che farà 1 su 7 e di capitan Guerrieri, poi la battaglia si sposta sotto i tabelloni, ma c’è ancora spazio per un altra soluzione dalla distanza di Caroti.
Nel secondo le difese fanno la voce grossa il parziale sarà 10 a 11 per il Golfo, molti falli e molti tiri liberi per Cecina con Piombino che raggiunge rapidamente il bonus, nel finale è una bomba in transizione di Venucci a fissare il 29 a31 al riposo.
In inizio terzo quarto Piombino allunga grazie ai canestri di Persico e Bianchi e va sul massimo vantaggio, più sei, ma Cecina reagisce prontamente e rapidamente riequilibra l’incontro , Venucci a metà tempo commette il suo quarto fallo, Iardella fa un ingenuo fallo su Del Testa al tiro da tre e Persico anche lui commette il quarto fallo e così con una bomba da otto metri abbondanti Bruni manda i suoi al riposo sul più cinque, 50 a 45.
Nel quarto finale il vantaggio dei cecinesi è un elastico che si accorcia e si allunga, Piombino arriva più volte a distanza aggancio senza mai riuscire nell’impresa, Genovese bomba da tre del meno due e rispsota di Toscano per il più quattro, Iardella in penetrazione per il meno due e Fratto dalla lunetta per il nuovo più quattro, una storia infinita che si ripete fino al meno due realizzato da Gigena a 2 dal termine, Caroti stavolta sbaglia e Fratto non fa meglio dopo il rimbalzo offensivo e fallo subito facendo 0 su 2 dalla lunetta.
Dall’altra parte Venucci rientrato per un buon Pedroni, attacca l’area si arresta e tira e centra la parità a 64 punti, 1 e 34 al termine, un tempo che sarà infinito, Venucci forza una bomba e sbaglia Fatto sbaglia due soluzioni dalla breve e poi sul fallo subito fa di nuovo 0 su 2 ai liberi, ma Toscano prende il rimbalzo e subisce ancora fallo, ma dalla lunetta la mano trema anche a lui e come il suo compagno sbaglia entrambi i liberi, uno 0 su 4 che costerà caro al Cecina.
Rimangono 25 secondi e dopo il time out richiesto da Padovano il Piombino rischia di fare un disastro perdendo l’ennesimo possesso palla, con l’ennesima infrazione di cinque secondi, ma sul possesso successivo Venucci recupera una palla d’oro su Caroti e Iardella attacca l’area e si va a prendere il fallo di Medizza a un secondo ed un decimo dalla fine.
Silenzio sugli spalti con i tifosi piombinesi pronti a festeggiare e quelli cecinesi con la paura della sconfitta, il primo libero vede la mano di Iardella tremare e va fuori,, il secondo balla sul ferro ed entra facendo esplodere gli spalti gialloblù, a nulla serve il timeout ed il tiro della disperazione di Cecina si chiude con il tripudio della squadra sotto la propria tifoseria.
Il fortino cecinese è espugnato solo due sconfitte negli ultimi due anni , una delle quali ai play/off con la Mens Sana, il Piombino si conferma squadra da grandi imprese , dopo le vittorie con Fortitudo e Mens Sana una vittoria in casa degli “sportivamente nemici” cecinesi, ci sta che una meraviglia.
Da menzionare anche il bellissimo e corretto spettacolo fornito dalle tifoserie sugli spalti, la “Marea Gialloblù” e la “Vecchia Guardia Rossoblù” hanno dato il loro contributo ad un bello spettacolo di basket.

GR Service Cecina – Basket Golfo Piombino 64-65 (19-20, 10-11, 21-14, 14-20)
GR Service Cecina: Francesco Fratto 11 (1/4, 0/2), Daniele Toscano 14 (5/9, 0/4), Matteo Favilli, Maurizio Del Testa 8 (1/3, 1/7), Antonio Gambolati 5 (1/3, 1/2), Lorenzo Caroti 10 (0/1, 1/3), Giovanni Bruni 9 (2/3, 1/4), Devil Medizza 7 (3/4 da due) N.E.: Leonardo Zaccariello, Lorenzo Pistillo
Tiri Liberi: 26/38 – Rimbalzi: 38 27+11 (Francesco Fratto 10) – Assist: 12 (Lorenzo Caroti 5) – Cinque Falli: Antonio Gambolati
Basket Golfo Piombino: Edoardo Pedroni 2 (0/1, 0/1), Alessio Iardella 9 (3/5 da due), Giacomo Guerrieri 5 (1/1, 1/3), Edoardo Persico 12 (6/7 da due), Mattia Venucci 9 (2/4, 1/5), Marco Franceschini, Camillo Bianchi 4 (2/4, 0/1), Mario Alberto Gigena 8 (3/5, 0/1), Salvatore Genovese 16 (3/8, 2/7) N.E.: Mirko Mari
Tiri Liberi: 13/15 – Rimbalzi: 31 26+5 (Mario Alberto Gigena 5) – Assist: 9 (Mattia Venucci 3) – Cinque Falli: Edoardo Persico

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author