Piombino black out fatale nel terzo quarto

A Rimini era una partita che Piombino poteva anche perdere, una squadra disperata che veniva da sei sconfitte consecutive, il cambio dell´allenatore, fattori che potevano far pensare ad un Rimini che, grazie anche alla qualità dei suoi singoli, avrebbe sfoderato una partita super, tutta orgoglio e grinta. Invece per due quarti accade tutto il contrario, i padroni di casa non riescono a scuotersi, anzi giocano un brutto basket senza idee, che trova come unico sbocco i tagli sulla linea di fondo di Perez e poi molti tiri forzati che portano a percentuali di tiro pessime, a metà gara 42% da due e 21% da tre con soli 32 punti all´attivo, dall´altra parte Piombino senza fare cose eccezionali controlla facilmente il match raggiungendo il più 14 nel secondo quarto e sprecando subito dopo la possibilità di spaccare il match con alcune scelte palesemente sbagliate in attacco. Insomma per Piombino si sono create le condizioni migliori per portare a casa un altra vittoria, ma nel terzo quarto i gialloblu riescono nell´impresa di rianimare un cadavere, forse per troppa sufficienza, forse per stanchezza, disputano il peggio quarto dell´intero campionato, subendo un parzialedi 28 a 9 con otto palle perse, undici tiri soltanto, con Rimini che pian piano inizia a crederci e nel finale torna in piena fiducia infilando tre bombe consecutive con Romano, Perez e Panzini che cacciano a meno 10 il Piombino. Colpo da ko ma gli uomini di coach Padovano provano l´ennesimo tentativo di rimonta e dopo due minuti e mezzo con una bomba di Venucci tornano a meno quattro, è solo il sesto tiro dalla distanza per i gialloblu nel match, poi un tecnico per simulazione a Gigena, un fallo molto dubbio di Iardella su tiro da tre di Romano, gli errori da tre di Genovese e Iardella e i canestri di Panzini, Perez e Foiera e Rimini torna a più dodici a tre minuti e mezzo dalla sirena, a questo punto, in una serata dove Venucci, nonostante i 14 punti, litiga col canestro e fa 3 su 11 dal campo e Genovese tira solo sette tiri nel match, ci prova Iardella da solo a riportare i suoi in partita, segnando nove punti in questo finale, Piombino torna tre volte a meno cinque, ma Rimini sente il profumo di vittoria e non molla chiudendo sul 81 a 75. Dispiace per la sconfitta, ma nessun dramma Piombino torna dalle due trasferte in Romagna con una vittoria ed il quinto posto in classifica, a due punti dalla quarta e sei dalla nona, prima esclusa dai play off, altre note positive la conferme di Pedroni, autore anche stasera di una buonissima prestazione e del carattere della squadra, che anche stasera, nonostante il black out del terzo quarto, ci prova fino alla fine e termina con uno scarto dignitoso, mai nessuna squadra ha dato scarti importanti a questo Piombino.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author