Piombino in cerca di conferme contro un ostico Monsummano

Piombino-Monsummano una sfida e una rivalità che trova le sue radici nei campionati di serie C, dove le due società, per anni al vertice della categoria, sono state protagoniste di sfide emozionanti e spesso molto accese e anche in serie B il clima non è molto cambiato, sugli spalti ed in campo la rivalità è sempre incandescente.
Anche nell’ultimo incontro anno passato in B molte polemiche, l’espulsione di Marmugi, furbescamente procurata da Scarone, estromettendo colui che con le sue bombe stava portando il match verso i gialloblù, decisioni arbitrali quantomeno strane, su tutte ricordiamo nel finale Zani che su tiro di Franceschini si aggrappa al canestro e l’arbitro che non da, come dovrebbe, canestro buono, insomma clima rovente e polemiche.
Ma veniamo ad oggi, Monsummano arriva quest’anno a Piombino come una squadra che nelle difficoltà avute in questo campionato si è cementata e fortificata, arriva sulla scia di tre successi, l’ultimo molto convincente asfaltando Valsesia, termali che a Piombino potrebbero ritrovare un organico al completo, o quasi, Petrucci e l’ex Camerini erano già in panca con Valsesia, quindi probabili rientri al Palatenda, l’unico dubbio resta la presenza di Maggiotto, in tribuna martedì ed in più per Niccolai e compagni c’è l’innesto di Vannini .
Monsummano è la squadra che ha subito il minor scarto dalla capolista Cecina, soli tre punti in un match equilibrato fino all’ultimo secondo.
Con questi presupposti si può capire facilmente che solo un Piombino molto determinato , lucido e combattivo potrà avere la meglio sulla compagine pistoiese, il clima leggero, come definito da coach Padovano da “gruppo vacanze Piemonte” visto in campo a Trecate e in qualche allenamento , va rapidamente cancellato, resettare il tutto e tornare subito quelli della partita con Cento, in settimana il coach ha più volte richiamato i giocatori alla massima concentrazione.
Sarà fondamentale ritrovare quella solidità difensiva per limitare il terzo miglior attacco del girone, la capacità di leggere e sfruttare al meglio al meglio le debolezze avversarie potrà fare la differenza, sicuramente il fattore campo si farà sentire, la tifoseria piombinese, in questo sentito derby, non mancherà di dare il suo supporto e di trasmettere tutto il suo calore alla squadra.
Piombino deve assolutamente vincere per più motivi, per arrivare al super derby con Cecina con il massimo della fiducia e della convinzione nei propri mezzi, per un calendario che dopo questa partita si fa duro e che vedrà i gialloblù in trasferta tre volte nelle prossime quattro gare e anche per continuare a provare a coltivare obiettivi importanti, come il sogno quarto posto e visto che negli ultimi due anni di serie B la media dei risultati dice che per il quarto gradino della classifica occorre vincere fuori almeno tre partite in più di quelle perse in casa e Piombino per ora ha solo un più uno in questa differenza, se vuol coltivare quel sogno, deve andare a prendersi altri punti in trasferta e certamente non fare altri passi falsi in casa.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author