Piombino vincente a Livorno: la caccia al 4° posto resta aperta

Ennesima prestazione di carattere del Basket Golfo, che contro un Don Bosco Livorno generosissimo, si conferma squadra da trasferta, inanellando il settimo successo lontano dalle mura amiche, solo la capolista Forlì ha saputo far meglio.
Piombino parte molto contratta, veniva da una settimana particolare e nei primi sette minuti di gioco sbaglia tutto il possibile solo 7 punti , con nove errori al tiro e tre palle perse, Livorno prova ad approfittare dello stallo dei piombinesi e con Perin Ravazzani e un Giampaoli ispiratissimo, si portano sul più cinque, 12 a 7 a 3’ dal termine , ma Piombino si sblocca con Persico e Gigena e con un parziale di 9 a 2 portano il Golfo al riposo in vantaggio sul 14 a 16.
Nel secondo quarto Piombino parte con Venucci in panca per i due falli commessi nel primo quarto e con seduti accanto a lui anche Persico e Gigena, dopo un illusorio canestro in apertura di Iardella, Piombino perde nuovamente la vi a del canestro, infilando altri sette errori al tiro su altrettante soluzioni, dall’altra parte Giampaoli martella da tre e trascina i suoi, segnerà 12 punti nel quarto con un tre su cinque al tiro pesante, ed il punteggio passa dal 14 a 18 iniziale a 25 a 18 dopo cinque minuti, a questo punto Padovano rimanda in campo i tre ex Livorno e un canestro dalla media del lungo Persico interrompe il digiuno,ma Livorno dalla lunetta con Giampaoli e Ravazzani si riporta a più sei, 28 a 22, Piombino con le penetrazioni di Iardella e quelle di Gigena recupera fino al meno due, ma ancora una bomba di Giampaoli ed il canestro da due di Banchi portano i padroni di casa a più sette, chiude ancora una penetrazione di Iardella per il 35 a 30 al riposo.
Nel terzo quarto Livorno paga il gran dispendio di energie spese per fermare nei primi due quarti l’attacco gialloblu, e tira con percentuali pessime, farà solo 4 su 13 dal campo, Piombino va a segno con Persico , Gigena, con una rubata su rimessa Don Bosco di Bianchi firmano la parità a 35 dopo 3’ di gioco e con un canestro in slalom di Pedroni arriva il sorpasso, Piombino non è in serata nel tiro da tre e sbaglia l’ottavo ed il nono tentativo con Gigena e Venucci, Artioli dall’altra partre invece realizza e riporta i suoi avanti di un incollatura, Pedroni dalla lunetta con un uno su due firma il nuovo pari, ma ancora Giampaoli con canestro e fallo subito riporta avanti di tre i suoi, Livorno difende duro e commette molti falli mandando in lunetta prima Iardella e poi Gigena che con un tre su quattro impediscono la fuga dei livornesi. Nel finale una bomba di Banchi riporta Livorno sul più tre, ma ancora Iardella incontenibile in penetrazione e Venucci dalla lunetta siglano il vantaggio gialloblu all’ultimo riposo 45 a 46.
Nell’ultimo quarto come spesso accade sale in cattedra Venucci, coadiuvato da un Gigena che pare aver ritrovato la forma dei giorni migliori, Franceschini apre le danze dalla media, poi per lui una bella sfida a sportellate con Ravazzani, dalla quale esce quasi sempre vincente, poi dopo quasi 31 minuti di gioco arriva la prima bomba dei gialloblu con Venucci che sblocca lo 0 su 10 fin li messo a referto, Livorno prova a resistere all’onda d’urto dei piombinesi e fino al quarto minuto coni centri di Banchi e Giampaoli si mantiene a soli 4 punti, poi l’allungo decisivo degli ospiti con Venucci e Franceschini dalla lunetta e Gigena che con uno splendido step back dall’angolo destro firma il più 9, 50 a 59 a 4 dal termine e Iardella ancora in penetrazione firma il più 11. Dopo una bomba di Gigena per il nuovo più 11 a 2 e 40 dalla sirena finale, arriva l’ultimo tentativo di reazione dei padroni di casa, che con un pressing a tutto campo si portano a meno 5 a 54 secondi dal termine, ma Gigena sul fallo successivo di Giampaoli, dopo tre errori su sei tiri dalla lunetta fatti fino ad allora, non regala più nulla e riporta i suo a distanza di sicurezza, i secondi finali servono solo alle statistiche, finisce 62 a 70 con i gialloblu chiamati a gran voce dai propri sostenitori per la festa finale.
Con questa vittoria e le contemporanee sconfitte di Cento e Cecina Piombino è quinta solitaria in classifica, a soli due punti dalla terza e dalla quarta e quindi nonostante tutto il sogno continua.

CFG Livorno – Basket Golfo Piombino 62-70 (14-16, 21-14, 11-17, 16-23)

CFG Livorno: Marco Perin 9 (2/4, 0/5), Andrea Giampaoli 24 (6/10, 3/14), Lorenzo Bruno Ceriglio, Alessandro Banchi 7 (1/1, 1/3), Filippo Creati, Leonardo Mariani 3 (0/4, 1/2), Giorgio Artioli 6 (1/3, 1/2), Nicolo´ Ravazzani 13 (3/11, 0/1), Iba Koite Thiam N.E.: Giorgio Soriani
Tiri Liberi: 18/24 – Rimbalzi: 38 27+11 (Nicolo´ Ravazzani 10) – Assist: 8 (Marco Perin 3) – Cinque Falli: Giorgio Artioli

Basket Golfo Piombino: Edoardo Pedroni 3 (1/2, 0/3), Alessio Iardella 13 (5/6, 0/1), Giacomo Guerrieri, Edoardo Persico 13 (4/11 da due), Mattia Venucci 16 (3/4, 1/3), Marco Franceschini 3 (1/4 da due), Camillo Bianchi 7 (3/5, 0/2), Mario Alberto Gigena 15 (4/5, 1/4), Mirko Mari N.E.: Yuri Bazzano
Tiri Liberi: 22/33 – Rimbalzi: 40 32+8 (Edoardo Persico 12) – Assist: 7 (Mattia Venucci 5)

Stefanini Stefano

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author