Pistoia Basket, presentato il Progetto Scuola

E’ stato presentato questa mattina in Sala del Gonfalone, all’interno del Palazzo Comunale, il “Progetto Scuole Pistoia Basket”, ultima tappa di un programma che nasce da lontano e che già lo scorso anno aveva visto la società biancorossa impegnarsi sul fronte di un’iniziativa rivolta a favore dei più piccoli. Il progetto sarà articolato in quattro ambiti distinti, ognuno dei quali aventi un preciso tema da sviluppare, e dedicati alle differenti fasce di età dell’obbligo scolastico. Gioco-sport, educazione, ambiente, salute: questi i diversi settori in cui si articolerà l’iniziativa, promossa dal Pistoia Basket, patrocinata da Comune di Pistoia e Ufficio Scolastico Provinciale, e partita grazie al sostegno di Pistoia Basket Academy, Associazione Seven For You, ANT (Associazione Nazionale Tumori), Vi-Banca, Dife e British School Pistoia. “Si tratta di un progetto che intende portare i valori dello sport nella realtà, partendo dal mondo scolastico – ha dichiarato Matteo Mantica, responsabile dell’area marketing del Pistoia Basket – e per questo vogliamo ringraziare il Comune, le istituzioni e i nostri partner che hanno sposato con convinzione l’iniziativa”. “Siamo orgogliosi – ha affermato Elena Becheri, assessore all’educazione e alla cultura del Comune di Pistoia – che una società così importante della nostra citta si metta in gioco nei confronti dei più piccoli con attenzione e partecipazione, riuscendo a coinvolgere e ad attrarre anche tante realtà del territorio, creando una rete di cittadinanza attiva di cui in questo momento c’è grande bisogno. Da parte delle istituzioni – sono ancora le parole di Becheri – ci sarà tutto il sostegno possibile”. “Il Pistoia Basket da anni si impegna nelle scuole – sono le parole del vice-presidente biancorosso Ivo Lucchesi – e quest’anno, grazie a figure di riferimento come quella di Matteo Mantica e di Giacomo Galanda, abbiamo fatto un passo in avanti, aprendosi sempre di più alla società. I giovani sono il nostro futuro e noi crediamo fermamente nella capacità dello sport di veicolare valori positivi, soprattutto nell’età scolastica”. Il progetto si rivolge ai più giovani, con l’obiettivo ambizioso di guardare al futuro e poter formare nuove generazioni più consapevoli e sportivamente mature. E’ il pensiero di Gek Galanda, uno dei motori dell’iniziativa: “Il Pistoia Basket – sono le parole dell’ex-capitano biancorosso – deve essere un catalizzatore di messaggi positivi e di entusiasmo, soprattutto in riferimento ai più giovani. La nostra società vuole strutturarsi e crearsi intorno quel tessuto sociale che è fondamentale per crescere in modo stabile e duraturo”. Le quattro aree tematiche in cui si articolerà il progetto sono dedicate a differenti fasce di età e sviluppate grazie all’iniziativa dei partner che hanno aderito all’iniziativa, con l’obiettivo di veicolare valori importanti, che esulino dall’aspetto meramente competitivo dell’attività sportiva. La prima area, realizzata in collaborazione con Pistoia Basket Academy e Associazione Seven For You, è quella del gioco-sport, ed è dedicata alle scuole primarie: l’obiettivo è quello di incentivare e motivare l’educazione fisica scolastica come fonte di crescita, proponendo ai bambini, attraverso un percorso didattico e pratico, comprendente anche interventi di giocatori e allenatori, un progressivo apprendimento dei fondamentali tecnico-tattici relativi al mini-basket. La seconda area, realizzata in collaborazione con Vi-Banca e British School Pistoia, si rivolge ai giovani delle scuole secondarie. L’obiettivo è quello di focalizzare l’attenzione sull’importanza della comunicazione e del dialogo come mezzo di crescita: “la lingua inglese come strumento di aggregazione nella società moderna” è il tema attorno al quale gli studenti saranno chiamati a realizzare un elaborato. “L’importanza della comprensione reciproca nella società attuale – ha dichiarato Walter Vannacci, responsabile commerciale di Vi-Banca – è alla base della convivenza in una società moderna e noi, come banca a servizio del territorio, abbiamo scelto questo tema ritenendo che la conoscenza di una lingua straniera oggi rappresenti la chiave per abbattere tante barriere”. La terza area, pensata con il sostegno di Dife, si rivolge ai bambini della scuola primaria, e ha come tema l’ambiente. “Insegneremo ai bambini, in maniera divertente e giocosa, l’importanza del processo di riciclaggio delle materie prime – ha spiegato Alessio Tissi, direttore commerciale Dife – partendo dalla divisione domestica dei rifiuti, per arrivare fino al recupero. Grazie al personaggio fantastico di Capitan Fernandone e alla sua ciurma di pirati, i bambini entreranno in contatto con tematiche importanti e spesso non pienamente trattate”. Nella quarta e ultima area, dedicata agli studenti delle scuole superiori e realizzata in collaborazione con ANT (Associazione Nazionale Tumori) si affronterà il tema dell’alimentazione e dei corretti stili di vita alla base della prevenzione di varie tipologie tumorali: “Da anni ormai si è compresa l’importanza della prevenzione quando si parla di tumori – ha dichiarato Simone Martini, portavoce di ANT per le provincie di Firenze, Prato e Pistoia – ed è per questo che aderiamo con entusiasmo a questa iniziativa che si propone di portare all’attenzione anche dei giovani in età scolare l’importanza di uno stile di vita e di un’alimentazione sani. Non c’è solo da fare prevenzione, ma è necessario anche educare alla prevenzione”. Il progetto si concluderà a maggio, con una grande festa al PalaCarrara, a cui parteciperanno tutte le scuole e gli studenti coinvolti. Lo sviluppo del “Progetto Scuole Pistoia Basket”, all’interno delle singole aree, sarà monitorato costantemente dalla società, con un’apposita sezione attiva sul sito internet.

Commenta
(Visited 18 times, 1 visits today)

About The Author